Aggiornamento ore 22:51, sezioni scrutinate 100%: si va al ballottaggio

  • Matteo Bracciali 44,2% (Partito Democratico e civiche)

  • Alessandro Ghinelli 36% (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia e civiche)

  • Massimo Ricci 9,1% (Movimento 5 Stelle)

  • Gianni Mori 4,6% (Civiche)

  • Maria Cristina Nardone 1,7% (Dalle Chiacchiere Alle Soluzioni)

  • Ennio Gori 1,5% (Partito Comunista)

  • Roberto Barone 1,4% (IdeArezzo)

  • Gianfranco Morini 1% (Acqua Pubblica)

  • Alessandro Ruzzi 0,5% (Risorgimento Aretino)

Ore 14:00 - Al via le operazioni di spoglio.

Pubblicità
Pubblicità

Ore 23:47 - Affluenza definitiva 57,4%.

Ore 23:00 - Seggi chiusi, lo scrutinio lunedì dalle ore 14.

Ore 19:44 - L'affluenza alle ore 19 è stata del 42,1%.

Ore 12:57 - L'affluenza delle ore 12 è stata del 17%.

Ore 07:00 - Seggi aperti, si vota fino alle 23: lo spoglio in diretta su Blasting dalle ore 14 di lunedì.

Il comune di #Arezzo è chiamato al voto domenica 31 maggio dalle 7 alle 23, lo scrutinio sarà lunedì 1 giugno a partire dalle ore 14 in diretta su Blasting News. I candidati a sindaco sono 9, le liste presentate 16.

I candidati

Il candidato dei democratici è Matteo Bracciali, giovane di 30 anni già consigliere comunale e attualmente presidente nazionale dei giovani delle ACLI. L'aspirante primo cittadino è sostenuto da 4 liste: Partito Democratico, Popolari per Arezzo, Arezzo in Comune, Arezzo Futuro in Corso.

Pubblicità

Slogan utilizzato in questa campagna elettorale "Una nuova stagione".

Il centrodestra schiera Alessandro Ghinelli, attraverso il suo sito afferma: "Mi batterò per rilanciare la mia città, lo farò con tutti gli Aretini che giorno dopo giorno vivono, lavorano e sognano una città più vivibile e moderna". Le liste a suo sostegno sono 4: Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia e Ora Ghinelli.

Il Movimento 5 Stelle candida Massimo Ricci, operaio 40enne. Ecco le parole rilasciate pochi giorni fa al "Corriere della sera": "Con noi, i cittadini possono realmente dire basta al vecchio sistema politico".

Gianni Mori si candidata alla carica di primo cittadino con 2 liste: Insieme Possiamo e Cittadinanza Attiva. Ecco le sue dichiarazioni durante la presentazione della candidatura: "E' importante che ci sia ad Arezzo una realtà che si oppone al pensiero comune, un pensiero opprimente che ha smantellato lo stato sociale e i servizi pubblici".

Maria Cristina Nardone è la candidata per la lista Dalle Chiacchiere Alle Soluzioni, 45 anni, segretaria di direzione per una multinazionale.

Pubblicità

Ecco alcune sue parole tratte dal sito della candidata: "Non corro per una carriera politica ma per la mia gente, per tutti quelli che mi hanno chiesta di mettere a disposizione le mie capacità".

Il consigliere comunale Roberto Barone prova a conquistare la fascia tricolore con la lista IdeArezzo. Se Barone dovesse essere eletto ha promesso di: "non percepire per tutta la durata della consiliatura, neanche un centesimo per l'indennità prevista per tale carica"

Ennio Gori partecipa alla competizione elettorale con il Partito Comunista, già consigliere comunale, al sito "corrierefiorentino.corriere.it" ha dichiarato: "Noi parliamo di un futuro dal cuore antico".

Gianfranco Morini si candida in rappresentanza di Acqua Pubblica, comitato che ha lo scopo di ripubblicizzare il servizio idrico aretino. Chiudiamo la presentazione dei candidati con Alessandro Ruzzi, membro della lista Risorgimento Aretino. #Elezioni Amministrative #Dirette