Manca oramai poco più di una settimana alle Elezioni Regionali 2015 che vedranno coinvolte sette regioni italiane: Campania, Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Umbria e Puglia. Come spesso accade in queste occasioni, le #Elezioni Amministrative rappresentano un vero e proprio test sia per le forze politiche al governo sia per le forze politiche all'opposizione. Sono soprattutto tre le regioni nelle quali si gioca la tenuta del governo Renzi e del premier in persona: in primo luogo la Campania, si tratterebbe infatti di strappare l'ultima regione rimasta nelle mani di Forza Italia e di Berlusconi; in secondo luogo la Liguria, la spaccatura del PD e il fatto che la minoranza dem abbia presentato un proprio candidato rischia di far saltare una regione tradizionalmente rossa; infine il Veneto, se è quasi sicuro che andrà alla Lega Nord di Luca Zaia, per il PD rappresenta un importante momento di verifica in una delle regioni più produttive del Paese.

Pubblicità
Pubblicità

Berlusconi scende in campo, Renzi non resta a guardare: news Elezioni Regionali 2015 in Campania

I risultati degli ultimi sondaggi per le Elezioni Regionali 2015 in Campania segnalavano come regnasse l'incertezza assoluta. Anzi, le polemiche proprio intorno ai sondaggi erano state molto accese: la guerra su questo terreno è fondamentale perché spesso quei dati sono capaci di influenzare (e dunque non soltanto di prevedere ma addirittura di determinare) i risultati delle elezioni. La Campania è una regione fondamentale sia per Berlusconi che per Renzi: per il Cavaliere infatti si tratta di mantenere l'ultima regione rimasta nelle sue mani, per il PD di Renzi è un test fondamentale, anche per tutto quello che si è detto sulle liste di De Luca. E così sia Renzi che Berlusconi intendono andare a Salerno per lanciare la volata ai propri candidati.

Pubblicità

La Liguria e la spaccatura del PD di Renzi: news Elezioni Regionali 2015

Le Elezioni Regionali 2015 in Liguria sono importanti soprattutto per il premier Renzi e per la tenuta del PD e del governo. Nella regione tradizionalmente "rossa" si è consumata la prima frattura nel PD tra ala renziana e minoranza dem: i candidati infatti sono due, la Paita per i primi e Pastorino per i secondi. Il disastro sarebbe se a vincere le elezioni fosse proprio il candidato del centrodestra, Giovanni Toti. Renzi, qualora si verificasse questo scenario, comprenderebbe che per lui sarebbe impossibile governare senza l'accordo con la minoranza del suo partito. E questo potrebbe avere ripercussioni sulla tenuta del governo.

La sfida di Renzi a Zaia per le Elezioni Regionali 2015 in Veneto

Renzi è stato in questi giorni a Vicenza e ha sferrato un duro attacco al governo leghista della regione. Anche in questo caso si tratta di un test importante: il PD riuscirà a penetrare in una regione storicamente della Lega ma tra le più produttive d'Italia? È tutto con le ultime news sulle Elezioni Regionali in Campania, Veneto e Liguria.

Pubblicità

Per ricevere aggiornamenti, cliccate su "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo. #Matteo Renzi