Lo stop dal 15 maggio in avanti per i sondaggi sulle elezioni regionali 2015 in Campania, Liguria, Veneto, Puglia, Firenze eccetera eccetera verrà aggirato, come gli scorsi anni, dalle corse di cavalli e dai cardinali, ovvero quei siti che continueranno ugualmente a pubblicare i risultati dei #Sondaggi politici nonostante sia vietato per legge. Dove trovare i siti con i sondaggi clandestini? Quali i nomi più bizzarri che alcuni portali in internet hanno trovato per aggirare tra virgolette l'ostacolo? 

Stop ai sondaggi, caso unico al mondo o quasi

L'Italia come il Mozambico? Sì, almeno per quanto riguarda la diffusione dei sondaggi prima del voto alle elezioni.

Pubblicità
Pubblicità

La legge 28 del 2000 in Europa non ha eguali, se non in Francia, anche se l'arco temporale nel territorio francese è decisamente più ridotto, poiché il divieto dei sondaggi vale soltanto per le 24 ore prima della chiamata alle urne. Volendo trovare qualcosa di simile dobbiamo appunto recarci nell'Africa Orientale, dove lo stop vige durante l'intera durata della campagna elettorale. Quali sanzioni per chi diffonde gli ultimi sondaggi politici? Le multe, comminate dall'Agcom, possono variare da un minimo di 25 mila fino ad un massimo di 250 mila euro. A chi si deve questa legge alquanto originale? Quando venne varata il presidente del Consiglio era Massimo D'Alema e al potere c'era la coalizione del Centrosinistra. Se ad oggi si continua a discutere sul reale vantaggio nel non pubblicare i dati dei sondaggi, in passato quasi nessuno si accorse di una norma tra virgolette nascosta all'interno del ben più corposo testo sulla par condicio. 

Sondaggi clandestini, dalle corse dei cavalli ai cardinali

Dalla Manche de la Chambre al cardinale di Piacenza, ecco quello che si può trovare nei siti specializzati nella diffusione dei sondaggi clandestini inerenti alle prossime elezioni regionali 2015 del 31 maggio. Il nome dei due portali internet più famosi sono Notapolitica.it e Youtrend.it. Quest'ultimo, ricordiamo, rientra sotto l'egida di Quorum, un istituto di sondaggi e consulenza. Volendo fare un esempio del mondo delle corse clandestine, ecco uno stralcio dell'articolo pubblicato lo scorso anno in data 25 maggio dai colleghi Andrea Mancia e Simone Bressan: 'Le performance dei cavalli alla vigilia del Grand Prix d’Europa, che riportiamo qui sotto integralmente, sono state analizzate in ogni dettaglio dagli allibratori'. Ovviamente con Gran Prix d'Europa ci si riferiva, in quei giorni, alle imminenti elezioni europee, che videro il trionfo del Partito democratico del segretario generale Matteo Renzi. Per l'occasione l'attuale primo ministro italiano era stato ribattezzato Fan Idole, mentre Beppe Grillo era chiamato Igor Brick. Meno originale invece il soprannome dato a Silvio Berlusconi, trasformatosi in Burlesque. Sempre lo scorso anno, questa volta però su Youtrend, si era parlato di un improvviso concistoro europeo che presentava diverse analogie con la situazione politica nostrana. Non erano mancati all'appello il cardinale 'rottamatore' di Firenze e il camerlengo di Genova, che potevano contare sul voto di numerosi cardinali a differenza del prelato pelato di Monza e Brianza. Quali saranno i nomi dei fantini e cardinali per le corse e conclavi di quest'anno?