Sono arrivate dichiarazioni forti da Ruggiero Mennea, consigliere regionale del Partito Democratico. Il parlamentare si è schierato apertamente contro la volontà della Commissione Europea. A suo dire, dietro alle ultime scelte, si cela la volontà di sabotare l'olivicoltura pugliese:

"Non stiamo parlando di una semplice guerra tra poveri e neanche di un attacco formale portato agli organi istituzionale. Noi chiediamo soltanto di tutelare l'olivicoltura della Puglia. Un prodotto che viene apprezzato in tutto il mondo".

Quali sono le motivazioni che hanno portato a queste decisioni?

"E' assolutamente indiscutibile che, dietro, ci sia una volontà ben definita di frenare l'ascesa del nostro olio all'interno dei migliori mercati del mondo.

Pubblicità
Pubblicità

Personalmente, non riesco a capire perché la Commissione Europea non abbia ancora approfondito le cause della Xylella".

Ci sono rischi per chi consuma l'olio pugliese?

"Assolutamente no. Ho provveduto io stesso a rassicurare tutto coloro che mi ponevano questa domanda. L'olio non risente minimamente della Xylella". #Tutela ambientale #Unione Europea