Continuano le polemiche e le critiche in merito al decreto #Pensioni dell'esecutivo Renzi e dell'approvazione del bonus Poletti, "una tantum", per rimborsare i pensionati penalizzati dalla riforma Fornero, in campo sono scesi l'Inps e la Corte Costituzionale.

Tito Boeri dell'Inps: le pensioni dei politici sono slegate dai contributi versati, faremo trasparenza

Durante un'intervista a DiMartedì, il presidente dell'Inps ha dichiarato di voler fare trasparenza sull'erogazione delle pensioni e dei vitalizi altissimi della classe politica, inoltre Tito Boeri ha precisato che il sistema di ottenere pensioni molto più alte dei contributi versati è insostenibile e vorrebbe allineare tutte le pensioni soprattutto quelle alte ai contributi realmente versati.

Pubblicità
Pubblicità

Il premier Renzi nel salotto di Porta a Porta condotto da Bruna Vespa durante il suo intervento ha definito i vitalizi della classe politica insopportabili e ha sottolineato che è necessario che qualcuno accetti di fare qualche sacrifico, tuttavia con il decreto pensioni e il bonus Poletti "una tantum", il Presidente del Consiglio e segretario del Pd ha scaricato il problema del rimborso integrale ai pensionati ai prossimi governi esecutivi.

Immediate le repliche degli esponenti politici dell'opposizione i quali hanno sottolineato che i prossimi governi esecutivi dovranno affrontare i ricorsi per il rimborso integrale di circa 18 miliardi di euro che il ministro del Tesoro dovrà restituire, in quanto la Consulta ha sentenziato illegittimo il blocco voluto dal primo governo tecnico Monti con la Riforma Fornero.

Pubblicità

La giustificazione dell'esecutivo di non poter rimborsare i pensionati per la mancanza di coperture finanziarie e per evitare una recessione economica dell'Italia, secondo il presidente dell'Inps non è accettabile, poiché i contribuenti in un contenzioso con il fisco sono costretti a pagare il dovuto anche se non hanno i soldi.

Pensioni, Antonio Baldassarre: rimborso integrale con i ricorsi

Il presidente della Corte in un'intervista ad Affaritaliani.it ha affermato che i ricorsi dei pensionati saranno accettati e sarà riconosciuto il diritto al rimborso integrale, inoltre Antonio Baldassarre ha affermato che ci sono molti dubbi in merito alla costituzionalità del provvedimento del bonus Poletti "una tantum" del governo Renzi. Inoltre il presidente della Consulta ha sottolineato che la sentenza non prevede nessun limite nel rimborso, né l'esclusione dei pensionati sopra i 3000 euro, infine ha lanciato l'allarme che il 25% degli italiani si trova sotto la soglia di povertà anche se il governo Renzi sta continuando ad accogliere altri immigrati. Se volete rimane aggiornati sulle notizie di politica v'invitiamo a cliccare Segui sotto il titolo dell'articolo. #Matteo Renzi #Politica Roma