#Matteo Renzi ha chiesti rispetto per la sua famiglia, da tempo ormai finita sotto i riflettori specialmente dopo le varie contestazioni al Governo, ultime le manifestazioni degli insegnanti al Ddl sulla Scuola, che hanno coinvolto l'Italia intera. Lo ha fatto approfittando di una domanda di Bruno Vespa, di cui il premier è stato ospire ieri sera nel corso della trasmissione Porta a Porta. 'Sua moglie è rimasta male quando i ragazzi le hanno scarabocchiato i moduli dell'Invalsi?' ha chiesto Vespa.
'Io credo che, riguardo mia moglie, dobbiamo avere rispetto per la sua classe, i suoi studenti, le sue studentesse e per mia moglie stessa', ha risposto Renzi.
E aggiunge: 'Io ho un padre che si è preso un avviso di garanzia,  poi devo dire fortunatamente ne è uscito, ho una moglie costantemente da un mese sotto i riflettori, con i giornalisti che la seguono quando entra a scuola e quando esce'.
'Chi ha qualcosa da dire', commenta il premier,  'se la prenda con me, non con la mia famiglia. E se  qualcuno ha qualcosa da ridire parli con me e lasciamo stare gli altri'.
Nel corso della trasmissione di ieri sera Renzi è poi intervenuto sul Ddl Scuola e su altre tematiche importanti come il problema degli immigrati e lo scandalo che coinvolge parte della Lega Pro nel calcio. Secondo il presidente del consiglio c'è stato uno sbaglio di comunicazione per quanto riguarda la riforma della scuola, un errore del governo che però non pregiudica l'integrità della riforma, che chiederà a tutti la sua parte. Renzi aggiunge che 'questo Governo è quello che ha messo più soldi sulla scuola' ma chiede di 'superare alcuni tabù'. E tale impedimento è il giudizio, che cadrà sul professore, e secondo cui poi il preside potrà disporre di un insegnante più bravo e meno bravo, anche se non si è capito ancora con quale criteri verrà effettuata questa scelta.
Il premier passa poi al problema degli immigrati e annuncia di voler riportare in superficie la nave affondata circa un mese fa al cui interno sono ancora oggi rinchiusi più di 500 corpi. 'Voglio che tutto il mondo veda cosa è successo', aggiunge Renzi.