Bentornati al nostro appuntamento settimanale con i #Sondaggi politici elettorali, anche in questi ultimi sette giorni sono giunte importanti novità sulle intenzioni di voto dei cittadini italiani, pronti ormai a tornare alle urne per le elezioni regionali. Ricordiamo per chi ancora non ne fosse al corrente, che il 31 maggio si voterà per rinnovare i consigli nelle seguenti regioni: Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche, Umbria, Puglia. Inoltre gli italiani saranno chiamati ad esprimere il proprio voto in oltre mille comuni tra cui 20 città capoluogo, in totale i cittadini che dovranno recarsi alle urne saranno quasi 23 milioni. Il Partito Democratico sembrerebbe pronto ad accaparrarsi la gran parte di regioni e comuni a disposizione, questo nonostante gli ultimi screzi all'interno del partito.

Pubblicità
Pubblicità

Prima con i battibecchi sull'Italicum e poi con l'addio di Pippo Civati, che ieri ha ufficialmente detto basta con il #Pd. Ma passiamo a vedere nel dettaglio le percentuali di voto degli ultimi sondaggi elettorali e qual è il pensiero degli italiani.

Sondaggi politici elettorali al 6 maggio: inarrestabile salita del #M5S, effetto tv?

Per l'ennesima settimana si registra un'aumento di percentuale di voto sul M5S, i sondaggi politici elettorali forniti dall'istituto EMG, confermano ancora una volta che il movimento di Beppe Grillo conquista fiducia verso l'elettorato. Ad oggi troviamo il partito grillino al 23,1%, in salita dello 0,6% rispetto alle analisi sviluppate sette giorni fa. E' evidente che da quando i parlamentari del M55 hanno cominciato a presentarsi più spesso in televisione, nei vari programmi politici di approfondimento, l'interesse verso il movimento è salito vertiginosamente.

Pubblicità

Sondaggi elettorali: recupera anche il PD e torna a salire la fiducia su Renzi, cala la Lega

Si registra anche per il Partito Democratico una leggera salita, questa settimana il gruppo leader del centrosinistra aumenta dello 0,3%, portandosi al 34,8%; pure Matteo Renzi recupera un punto di fiducia. Calo importante invece per la Lega Nord che scende dello 0,7%, assestandosi al 14,8%; e lieve flessione per Forza Italia che con un -0,3%, torna sotto i 12 punti (11,8%). Nei partiti minori da registrare soltanto il +0,4 del NCD+UDC che si porta così al 3,3%, mentre gli altri rimangono praticamente invariati. La settimana prossima vi forniremo dei nuovi sondaggi politici elettorali, se vorrete rimanere aggiornati potete cliccare il pulsante Segui in alto, sopra al titolo principale.