Gli ultimi #Sondaggi politici per le elezioni regionali 2015 in Veneto, Liguria e Campania forniscono una lettura leggermente diversa rispetto a quella dei dati della settimana scorsa, ad eccezione forse della prima regione, quella veneta, dove comunque Luca Zaia sembra non avere rivali, nonostante fino a qualche settimana fa continuava a tenere banco la spaccatura tra Lega Nord e Tosi, con quest'ultimo ora fermo al 12,5% delle preferenze, in quarta posizione alle spalle anche del candidato del Movimento 5 Stelle. Ecco, sono proprio i grillini ad aver dato questa settimana il colpo di coda vincente, specialmente nella regione Campania, dove i sondaggi danno il M5S al primo posto con il 22 percento dei voti, davanti a Partito Democratico e Forza Italia, una proiezione questa che fa ben sperare Grillo in vista delle prossime elezioni politiche, anche se la nuova legge elettorale, stando almeno alle dichiarazioni degli stessi pentastellati, dovrebbe in teoria giocare contro il Movimento. 

Sondaggi elezioni regionali 2015, prosegue il testa a testa in Campania e Liguria

Se quindi la situazione nella regione Veneto sembra non regalare sorprese - e non le regalerà fino alla fine crediamo - agli assidui lettori di politica, discorso ben diverso invece nelle altre due regioni. In Liguria la Paita è sì in testa ma ha un vantaggio misero rispetto a Toti, ultimo arrivato del Centrodestra con la benedizioni di Salvini e della Lega, che avevano comunque già un candidato, poi sacrificato per venire incontro alle richieste di FI e Silvio Berlusconi. Sono invece appaiati al 37% sia Caldoro che De Luca. Parliamo ovviamente della Campania, dove il candidato del Centrodestra ha raggiunto De Luca. Potrebbe giocare un ruolo fondamentale in questo testa a testa la posizione assunta da Saviano sul Pd e lo stesso De Luca, con il celebre scrittore che ha usato parole pesantissime all'indirizzo del Partito democratico, affermando come 'nelle liste del Pd e della coalizione che sostiene De Luca c'è Gomorra'.