Matteo Renzi sperava di fare “asso piglia tutto” ma gli ultimi sondaggi politici elettorali relativi alle elezioni regionali del 31 maggio 2015 lo smentiscono: le intenzioni di voto, infatti, fotografano una cartina politica del nostro Paese che non sorride ovunque al PD. Toscana, Marche, Puglia e Umbria paiono quasi “certe” per i Democratici mentre qualche problema potrebbe esserci in Campania ed in Liguria, dove il candidato di Forza Italia e Lega Nord Giovanni Toti è segnalato in testa. Anche in Veneto l’esponente del Carroccio Luca Zaia dovrebbe essere confermato alla guida della regione nonostante la candidatura di un’esponente di spicco del PD come Alessandra Moretti.

Pubblicità
Pubblicità

Il PD è comunque in buona salute nei sondaggi per eventuali elezioni politiche, anche se il Movimento 5 Stelle è stimato in crescita nei consensi a fronte di un centrodestra diviso e tuttora privo di leadership.

News sui sondaggi regionali 2015: Campania, Veneto e Liguria a rischio per il PD?

In Campania Vincenzo De Luca del Partito Democratico se la dovrà vedere con Stefano Caldoro, governatore uscente del centrodestra. Occhio a Valeria Ciarambino del Movimento 5 Stelle: i penta stellati, secondo IPR Marketing, sono il primo partito con il 22% dei suffragi. De Luca e Caldoro sono segnalati, appaiati, al 37% anche se bisognerà vedere se e come l’alleanza tra il centrosinistra ed i centristi UDC di Ciriaco De Mita inciderà sulle intenzioni di voto effettive.

Pubblicità

In corsa anche Salvatore Vozza per la Sinistra e Marco Esposito, a capo della lista civica “Mo!”.

In Liguria l’ultimo sondaggio di Ferrari Nasi & Associati vede Giovanni Toti in testa con il 33% dei voti: Raffaella Paita del PD, invece, è al 31% e paga la rottura in casa Dem con la minoranza e gli altri partiti di Sinistra che, appoggiando Luca Pastorino, raggiungono il 14%. Bene anche il Movimento 5 Stelle: Alice Salvatore è accreditata del 19% nelle più recenti intenzioni di voto.

Luca Zaia dovrebbe essere confermato alla guida del Veneto: secondo Scenari Politici, infatti, l’esponente del Carroccio viaggia su un rassicurante 38%. Alessandra Moretti, invece, è a quota 31,5% e Jacopo Berti del M5S raggiunge quota 13%. Flavio Tosi, in uscita dalla Lega, viaggia al 12,5% guidando la dissidenza leghista e NCD.

Ultimi sondaggi elettorali per elezioni regionali: Toscana, Puglia, Marche e Umbria “al sicuro” per Renzi?

Come abbiamo scritto nei giorni scorsi, sia Michele Emiliano che Enrico Rossi dovrebbero vincere agevolmente, forti rispettivamente del 42% e del 49,5% nelle intenzioni di voto.

Pubblicità

Diviso il fronte avverso, con il centrodestra che presenta più liste. Bene il M5S che in Toscana è al 15,5% con Giacomo Giannarelli e in Puglia al 17,5% con Antonella Laricchia.

Luca Ceriscioli, nelle Marche, è in vantaggio (38%) sul candidato del M5S Giovanni Maggi, stimato al 23%. Il centrodestra (Gian Mario Spacca per Forza Italia e Acquaroli della Lega), diviso, insegue insieme alla Sinistra che, appoggiando Mentrasti, raccoglie il 5% dei consensi.

Qualche brivido, poi, in Umbria per i Democratici: la governatrice uscente Catiuscia Marini è al 38,5% contro il 34,5% del sindaco di Assisi Claudio Ricci che, però, ha rimontato diversi punti percentuali. Andrea Liberati del M5S raccoglie il 19% mentre l’Altra Umbria di Michele Vecchietti è al 6%. #Sondaggi politici #Elezioni Amministrative