Siamo giunti ad un nuovo appuntamento con le news aggiornate relative alla questione #amnistia e #indulto. In Parlamento giacciono i 4 ddl sul tema Amnistia e Indulto in attesa di un'ampia discussione che, molto probabilmente, si terrà nei prossimi giorni. La situazione sanitaria nei nostri penitenziari è abbastanza precaria con molti detenuti che risultano essere a rischio contagio relativamente alle malattie infettive. Si spera che l'incontro avvenuto tra il Presidente della Repubblica Mattarella e Manconi, uno dei relatori delle proposte di legge attualmente in Senato, possa migliorare la situazione nelle carceri, dove il sovraffollamento è uno dei tanti problemi ai quali si dovrà porre rimedio nel più breve tempo possibile.

Pubblicità
Pubblicità

Manconi ha specificato che due detenuti su tre presentano qualche malattia

Lo stesso Manconi, in Senato, ha voluto precisare che sono molti i problemi che affliggono i detenuti. Tra questi, quello più grave è quello, come accennato in precedenza, delle malattie. Da un'indagine effettuata, si è rilevato che 2 due detenuti su tre presentano qualche malattia. Per questo motivo si auspica che ci sia un intervento immediato da parte del Ministero della Giustizia che possa trovare una soluzione a questa problematica in atto, anche se è necessaria la ferma volontà dei due rami del Parlamento al fine di poter cambiare la norma attualmente in vigore.

Vediamo cosa sta succedendo con la vicenda Pizzolato

Nel frattempo, nella giornata di ieri, martedì 16 giugno, si è tenuta una conferenza stampa in Senato relativa ad una vicenda che ha come protagonista un detenuto di nome Pizzolato.

Pubblicità

I partecipanti sono stati i senatori Manconi e Haas oltre alla moglie del detenuto stesso. Qual'è la vicenda in questione? Henrique Pizzolato, un brasiliano con la cittadinanza italiana, probabilmente nei prossimi giorni sarà estradato in Brasile dove dovrà scontare la pena di dodici anni di reclusione. C'è forte preoccupazione dato che le condizioni delle carceri brasiliane sono peggiori di quelle del penitenziario di Modena, dove attualmente si trova. La pessima situazione delle carceri brasiliane è stata documentata da un rapporto di Amnesty International, il quale ha messo in evidenza il degrado di quei luoghi.

Il ministero della Giustizia ha concesso l'estradizione per il detenuto brasiliano

Nonostante questo, il nostro Ministero della Giustizia ha concesso il trasferimento del condannato. La decisione, però, è stata rimandata, quindi sospesa, in attesa di quanto deciderà il Consiglio di Stato tra qualche giorno, il prossimo 23 giugno. Ora la domanda che molti si fanno è la seguente: perché Pizzolato è stato estradato e perché è stato interrotto quel percorso riabilitativo che aveva intrapreso nel penitenziario di Modena?

La procura di Salerno ha aperto un'inchiesta nel carcere di Fuorni

Intanto, anche la situazione carceraria dei penitenziari italiani non è delle migliori.

Pubblicità

Per dovere di cronaca, è da riportare un'inchiesta che è stata aperta dalla Procura di Salerno nel carcere di Fuorni con l'intervento della Asl della provincia campana, per cercare di capire se il diritto all'assistenza sanitaria dei detenuti sia tutelato oppure no. L'inchiesta è stata aperta a seguito della morte di un detenuto malato di tumore, al quale è stata somministrata, all'interno del carcere stesso, una terapia antibiotica e non una cura specifica.