Si credeva che in Europa non potessero più tornare i muri tra gli Stati, ma non è così: l'Ungheria ha annunciato che edificherà presto un muro anti-immigrazione lungo 175 chilometri e alto 4 metri lungo la linea di confine con la Serbia. Il ministro degli #Esteri ungherese Szijjarto, annunciando l'iniziativa, l'ha anche motivata parlando di un'Ungheria invasa, quest'anno, già da 57000 migranti (mentre nei due anni precedenti il numero ammontava complessivamente a 45000) e annoverando il suo Paese tra quelli a maggior rischio immigrazione, insieme all'Italia e alla Grecia. Questo muro servirebbe ad arginare la penetrazione dei migranti provenienti dal Medio Oriente attraverso la Turchia e i Balcani.

Pubblicità
Pubblicità

Il governo di Budapest, per l'iniziativa che è stata annunciata, è stato fortemente criticato dall'Ue e dall'Onu, ma, in patria, viene invece considerato troppo permissivo e debole, mentre il partito di estrema destra Jobbik fa sempre più proseliti.

La situazione in Francia

Mentre molti migranti, nonostante gli sgomberi, continuano a rimanere bloccati a Ventimiglia, sul confine tra Italia e Francia, il governo di Parigi ha emesso un provvedimento per accontentare tutti e, quindi, nessuno: verranno incrementati i posti letto per i rifugiati riconosciuti e accertati come tali, ma, nello stesso tempo, saranno anche aumentate le espulsioni dei clandestini. Il governo di Valls, oltre a rispettare ovviamente alcuni obblighi umanitari fondamentali, vuole anche rispondere in maniera decisa e intransigente al problema sempre più urgente dei migranti, un problema che sta facendo aumentare sempre di più il malcontento nell'opinione pubblica francese.

Pubblicità

L'incontro tra Renzi e Cameron

Nell'incontro tra Renzi e Cameron, avvenuto ieri all'Expo di Milano, si è parlato un po' di tutto e anche, quindi, di immigrazione. Il premier britannico ha ribadito che il problema dell'immigrazione deve essere affrontato a livello europeo e che la Gran Bretagna fornirà uomini, mezzi e risorse per aiutare l'Italia nel Mediterraneo. Cameron ha anche detto che sarebbe opportuno un nuovo governo libico che combatta le bande criminali, ma sulle quote di accoglienza dei migranti in ambito europeo, da parte sua, non c'è stato nessun accenno. #Expo 2015 #Matteo Renzi