#Matteo Salvini è chiamato in causa da #Silvio Berlusconi, nell'ambito di un nuovo progetto dell'ex Cavaliere per riformare il centrodestra. Lega e Forza Italia sono alleati storici, quindi sembrerebbe quasi naturale vederli nuovamente candidati insieme alle elezioni. Ma il carroccio in questi mesi ha adottato una politica molto dura nei confronti del governo, mentre Forza Italia faceva il patto del Nazareno. Un'alleanza è veramente di nuovo possibile?

I progetti di Berlusconi

Come riporta il sito dell'Ansa, Berlusconi ha il progetto di rinnovare il centrodestra per riportarlo al governo del Paese. L'ex cavaliere ne ha parlato in un'intervista al "Giornale", in quello che potrebbe essere letto come un appello a Matteo Salvini.

Pubblicità
Pubblicità

Berlusconi parla della necessità di un "contenitore più ampio", che non dovrebbe essere composto solo da Forza Italia e dalla Lega, ma anche da "associazioni, gruppi e movimenti di opinione". Da notare come l'ex premier non abbia nominato Alfano, un tempo considerato suo delfino e adesso suo peggior nemico, reo di averlo tradito con una pugnalata alle spalle.

Oltre all'orgoglio, sicuramente pesa il fatto che per il momento Ncd non ha riscosso un grande consenso elettorale, e che Salvini ha escluso categoricamente una possibile alleanza con il partito del ministro dell'interno. Berlusconi ha parlato anche della necessità di rinunciare a "qualche convenienza" per poter raggiungere l'obiettivo finale di ridare credibilità al centrodestra italiano.

Salvini e le ruspe

Un punto critico di questo ragionamento dell'ex cavaliere è la posizione del suo partito nei confronti del governo Renzi.

Pubblicità

Sempre nell'intervista al "Giornale" ha escluso la possibilità di un patto del Nazareno bis, ma non ha invece escluso il possibile appoggio di Forza Italia nel momento in cui in parlamento venisserto presentate delle migliorie riguardanti le riforme. Una posizione un po' ambigua insomma, che potrebbe non essere accettata da Salvini, che nel frattempo è a Pontida alla festa della Lega, dove tiene comizi con una ruspa poco distante, che secondo le parole del segretario sarebbe destinata proprio al premier.

Salvini potrebbe accettare di ammorbidire un po' le sue opinioni in nome di una riunione del centrodestra? La risposta a questa domanda è difficile da prevedere: Salvini infatti è riuscito a riportare la Lega ad una buona percentuale di voti, ma per il momento è molto distante da percentuali che gli permetterebbero di vincere le elezioni. Alleandosi con Forza Italia e diventando lui il volto di un centrodestra rifondato potrebbe arrivare alla vittoria elettorale, ma rischierebbe di alienarsi una parte della sua base, che non accetterebbe una mollezza eccessiva di posizioni su temi come quello dell'immigrazione.

Pubblicità

Il progetto di Berlusconi comunque prevede una "prova" alle elezioni amministrative del 2016, forse Salvini potrebbe accettare questa prova e vedere dopo se sia il caso di ripetere l'esperienza nell'ambito delle elezioni politiche. Per domani (23 giugno) è previsto un incontro tra i due leader: vedremo se da quell'incontro sarà possibile capire più precisamente quali saranno le sorti del centrodestra italiano.