La circolare dell'ufficio regionale del #Miur in Abruzzo che chiedeva ai presidi di indicare l'organico potenziato da assumere per il prossimo anno ha creato uno scompiglio incredibile all'interno del mondo della #Scuola. Nonostante il suo ritiro, sindacati e #M5S non sono soddisfatti. Adesso vogliono sapere da chi è partita tale iniziativa che pretende di applicare una legge ancora inesistente. La circolare che mette in luce un'azione assolutamente illegittima e grave, impartiva disposizioni che riguardano una materia ancora in discussione al Senato. Per questo motivo sul blog di Beppe Grillo, i parlamentari del M5S hanno comunicato che depositeranno a Montecitorio un'interrogazione parlamentare.

Pubblicità
Pubblicità

Circolare Miur illegittima: 'vogliamo sapere chi è stato'

Il Movimento 5 Stelle vuole risposte in merito alla circolare in questione. Non basta sapere che è stata ritirata. Di chi è stata l'iniziativa? Della regione Abruzzo, o del Miur stesso? Stesse domande per lo schema allegato alla circolare: si tratta di un'iniziativa del ministero o solo dell'ufficio scolastico regionale della regione Abruzzo? Il comunicato aggiunge chi chiunque sia il responsabile di tale decisione ha scavalcato il Parlamento pretendendo di attuare una riforma che ancora costituisce disegno di legge, oltretutto ampiamente contestato e in forse. Anche la data di scadenza imposta appare strana. La data di scadenza era il 20 giugno, ma ancora non si sa esattamente quale sarà l'iter parlamentare del DDL, né tanto meno si può stabilire quali modifiche potrebbero essere apportate prima della sua eventuale approvazione.

Pubblicità

Come si fa a mettere una scadenza? È impossibile emanare atti ufficiali sulla base di una legge, che ancora legge non è. Significa aggirare le istituzioni.

'La circolare Miur in Abruzzo è mancanza di rispetto per la legge'

Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, è intervenuto sulla questione affermando che il ministro ha dimostrato di non rispettare le istituzioni e le leggi. Dopo averla accusata di essersi rifiutata di stralciare un disegno di legge che comprende un piano di assunzioni errato, il coordinazione del sindacato ho definito la scelta della circolare una forzatura autonoma che scavalca l'iter legislativo della riforma all'esame del Senato.