A poco più di una settimana dalle elezioni regionali che ci sono state in Italia, ecco emergere i primi dati sulle intenzioni di voto. Nel periodo precedente la tornata elettorale era vietato pubblicare sondaggi elettorali per non influenzare i cittadini chiamati al voto, ma ora i vari istituti hanno ripreso a fare sondaggi fra gli italiani, per scoprire la situazione attuale. Dando uno sguardo ai dati, sembrerebbe che le cose siano cambiate rispetto ad un mese fa, con Lega Nord e Movimento 5 Stelle che sono cresciuti. Questo va a sottolineare anche il buon risultato ottenuto con le elezioni. Senza troppo perderci in chiacchiere, diamo un'occhiata ai dati pubblicati da SWG e Ixè.

Pubblicità
Pubblicità



Sondaggi elettorali: M5S e Lega Nord in crescita dopo le elezioni regionali

Quest'oggi andremo ad analizzare i sondaggi politici effettuati da SWG e Ixè. Nel primo caso, troviamo il centrodestra al 37%, con un +2,2% rispetto ai primi di maggio, mentre il centrosinistra è attestato al 38,9%, con un -3,2%; il movimento di Beppe Grillo, invece, è passato dal 18,2% del mese scorso al 20,7%. Nel dettaglio, però, si nota molto la discesa del Partito Democratico e la crescita della Lega Nord. Il partito di Salvini è ora al 16,1% (+2,2%), mentre Forza Italia è stabile al 13,9%; sale di uno 0,1% Fratelli d'Italia-AN (4%), mentre Ncd-Udc si attesta al 3% (-0,1%). Fra i partiti del CSX, invece, il PD è passato nel giro di un mese dal 37,5% al 35%, ma è calato anche Sel che ora si trova al 3,4%; gli altri partiti del centrosinistra sono allo 0,5%.

Pubblicità

Gli altri movimenti politici, invece, ottengono il 3,4%.

Nel secondo caso abbiamo dei valori leggermente differenti, specie se si guarda alla forbice tra CSX e CDX. Il primo è attestato al 41,5%, con un -0,3% rispetto al mese di maggio, mentre si registra solamente un +1% per il centrodestra, che si trova al 34,4%. Riguardo al Movimento 5 Stelle, invece, si è passati dal 19,9% al 21,2%. Dando uno sguardo più nel dettaglio, troviamo il Partito Democratico al 35,8% (-0,4%), mentre Sel è al 4,6% (+0,1%); Scelta Civica ottiene solo lo 0,3%, mentre gli altri partiti del centrosinistra sono allo 0,8%. Sale la Lega Nord, dal 13,8% del mese scorso al 14,9% di questo inizio di giugno, mentre cale Forza Italia (-1,2%) ed ora si trova al 10,1%; FdI-AN è attestato al 4,6% (+1,7%), poi abbiamo Ncd al 2,5%, Udc al 2% e altri partiti allo 0,3%. Riguardo agli altri movimenti politici, la percentuale è del 2,9%. Dunque, possiamo dire che dopo le elezioni regionali sono salite le quote di Lega Nord e M5S, mentre rimane stabile Forza Italia e scende il PD. Fra i due istituti ci sono delle differenze, in alcuni casi anche importanti, ma il trend resta comunque quello. Vedremo se nelle prossime settimane cambierà la situazione. #Matteo Renzi #Sondaggi politici #Matteo Salvini