L'elemento fondamentale degli ultimi sondaggi politici elettorali a confronto dell'istituto Ipsos e dell'istituto Euromedia è il crollo del PD: le elezioni regionali hanno avuto un grosso impatto ma è probabile che influiscano anche le scelte di Renzi sulla scuola e le pensioni, e probabilmente anche lo scandalo di Mafia Capitale che è trasversale ma che vede, come sindaco, un esponente proprio del PD. Anche la fiducia nello stesso premier ha raggiunto il suo minimo storico: sembra essere arrivato il momento in cui Renzi faccia una riflessione sul suo modo di gestire il governo e le vicende interne al PD. Secondo alcuni sondaggi, se si andasse a votare a Roma in questo, la capitale sarebbe presa dal M5S: certo, si tratta di un voto sull'onda dell'emozione di questi giorni, ma è sicuramente indicativo per le prossime strategie del PD.

Pubblicità
Pubblicità

A crescere è la Lega Nord, che lavora molto sul tema immigrazione e che sembra piacere all'elettorato italiano, e ancor di più il M5S che sempre di più sembra rappresentare l'unica opposizione possibile al sistema di governo e partitico italiano.

Mafia Capitale e sondaggi politici elettorali al 10-06

Gli ultimi #Sondaggi politici elettorali Euromedia per il programma Ballarò di Rai 3 si sono concentrati sulla questione di Mafia Capitale. Agli italiani è stato chiesto, in primo luogo, se Ignazio Marino avrebbe dovuto dimettersi, anche se non immediatamente coinvolto nello scandalo: per il 62,2% degli intervistati la risposta è "sì", mentre soltanto per il 24,2% è "no". Quando poi è stato chiesto di chi fosse la responsabilità di questa grande macchina criminale denominata Mafia Capitale, gli intervistati hanno risposto in questo modo: il 67,2% ha detto che è di tutti i sindaci degli ultimi 20 anni (dunque anche Rutelli e Veltroni), il 16,7% di Alemanno, l'8,1% di Marino.

Pubblicità

Anche i sondaggi Ipsos per DiMartedì hanno discusso il medesimo problema: il risultato è leggermente differente, per il 44% Marino avrebbe dovuto dimettersi, per il 40%, invece, dovrebbe restare in carica.

Confronto Euromedia-Ipsos: sondaggi politici elettorali

Importanti risultati vengono fuori anche per quanto riguarda le intenzioni di voto. I sondaggi politici elettorali Euromedia danno queste indicazioni: il PD sarebbe al 34,5% con una flessione dell'1,1% rispetto ad un mese fa; il M5S sarebbe al 21,2% con uno 0,6% in più; la Lega Nord sarebbe 14,6% con un aumento dello 0,6%; Forza Italia al 13,2% con una crescita dell'1% netto; FdI al 4,4% più o meno costante, SEL al 4,1% in discesa dello 0,4%. NCD-UCD al 2,8% più o meno costante. La fiducia in Renzi sarebbe scesa al 35%, il minimo storico.

I dati dei sondaggi politici elettorali Ipsos sono leggermente differenti soprattutto per quanto riguarda il M5S: il PD sarebbe sempre in forte calo, attestandosi al 32,3%, mentre il M5S volerebbe al 25% netto.

Pubblicità

La Lega Nord si attesterebbe al 14,8%, mentre Forza Italia al 12% netto; FdI sarebbe al 4,6% e NCD-UCD al 4%, infine SEL al 3,1%.

È tutto con gli ultimi dati dei sondaggi politici elettorali Ipsos e Euromedia a confronto. Per ricevere aggiornamenti costanti, cliccate su "Segui" in alto poco al di sopra del titolo dell'articolo.