Il caso. Nessuna riduzione degli stipendi per i nuovi amministratori di Augusta? Ci domandiamo questo conoscendo quanto il Movimento 5 Stelle tenga a questo aspetto nella gestione della cosa pubblica e leggendo, al contrario, che con determina dirigenziale n. 74 del I settore del Comune di Augusta dello scorso 10 luglio 2015, iscritta al registro generale al n. 866 del 15 luglio  è stato stabilito l'impegno di spesa da parte del dirigente del settore competente, con indicazione dell'indennità spettante al Sindaco, al Vice-Sindaco, agli assessori in carica e al Presidente del Consiglio comunale per il periodo intercorrente tra giugno e settembre di quest'anno.

Pubblicità
Pubblicità



Il fatto. La Dott.ssa Marcella Fichera, infatti, interpretando quanto deve fare d'ufficio, si limita a prendere atto, nella parte motiva del provvedimento, dell'avvenuta elezione della prima cittadina penta stellata, Avv. Cettina Di Pietro e della nomina, da parte di quest'ultima, degli assessori da lei designati, e di conseguenza procede impegnando le somme necessarie alle loro spettanze.

Nessun cenno, nel provvedimento, ad alcuna determinazione sulla riduzione dei costi delle loro spettanze da parte degli aministratori. E visto che nessun provvedimento di riduzione della spesa pubblica interviene tra le determinazioni n. 817 e n. 822 di giugno con cui il Sindaco ha nominato assessori e Vice Sindaco, e la determinazione per i pagamenti delle spettanze, la Dott.ssa Fichera ha proceduto d'ufficio.

Pubblicità

Dunque, in barba alla riduzione anticipata in campagna elettorale, già per la fine di questo mese sono previste le indennità piene per i neo amministratori del Comune di Augusta.

L'auspicio. L'augurio è che quanto previsto nella determina del dirigente del I settore del comune di Augusta possa servire da sprone per le iniziative della nuova Giunta Municipale, imprimendo un'accelerazione ad alcuni importanti provvedimenti di riduzione dei costi della politica, che la collettività attende con l'insediamento della nuova Giunta. #Beppe Grillo #M5S #Pubblica Amministrazione