Ancora un suicidio in carcere questa settimana al Regina Coeli, il secondo in 24 ore dopo quello del detenuto accusato dell' omicidio del gioielliere di via dei Gracchi. Modalità simili, questa volta è stato un ragazzo straniero di 18 anni. Il ragazzo rumeno era stato arrestato a fine aprile con un connazionale per il presunti omicidi del truccatore dei vip Mario Pegoretti. Dall'inizio dell'anno sono già 23 le persone che si sono tolte la vita in carcere. Anche il ministro Orlando è intervenuto sulla questione, ribadendo che è necessaria una riforma profonda e che va superato il problema del sovraffollamento. #amnistia e #indulto possono esser la soluzione giusta? Ecco le ultime notizie.

Pubblicità
Pubblicità

Amnistia e Indulto, ultime notizie di oggi: parla il Ministro Orlando: "Serve riforma strutturale"

"Purtroppo questi episodi confermando l'esigenza di una riforma profonda del sistema carcerario che si potrà concludere solo con una riforma complessiva, che stiamo preparando con coinvolgimento di tutto il mondo del carcere e che abbiamo definito Stati generali dell'esecuzione penale; si concluderà entro la fine di quest'anno". Queste le significative parole del ministro della Giustizia Andrea Orlando che lasciano sperare che si possa porre rimedio alla questione già entro la prossima legge di stabilità.

Ultime notizie Aministia e Indulto 2015, parla il Senatore Manconi

Sull'argomento è intervenuto anche il Senatore Luigi Manconi, uno dei principali relatori dei ddl per Amnistia e Indulto e da sempre favorevole a questi provvedimenti.

Pubblicità

Il senatore spiega quali sono secondo lui le cause dell'alto numero di suicidi in carcere e ribadisce il fatto che servirebbe più personale, cosa che verrà richiesta al Governo proprio entro la prossima legge di Stabilità: "la frequenza di suicidi in carcere è 15 volte maggiore che nella popolazione nazionale italiana esterna al carcere, ed è assai più intensa nei primi giorni, nelle prime settimane dopo l'ingresso in carcere. E' l'impatto con un universo sconosciuto che determina la crisi, servono una 'sorveglianza a vista' nei primi tempi, ma non ci sono abbastanza agenti a disposizione". Ricordiamo infine che in in commissione Giustizia in Senato si sta tenendo l'esame dei quattro DDl per la concessione di Amnistia e indulto. Voi cosa ne pensate? Qual'è la soluzione migliore? Fatecelo sapere nei commenti sotto l'articolo, il vostro parere è importante! Se volete inoltre esser aggiornati con le ultime notizie sul carcere, potete cliccare segui in alto vicino al titolo dell'articolo.