Oggi i numeri non mancherebbero sicuramente al #M5S per governare la Sicilia, questa è l'opinione dei grillini a proposito della squallida vicenda Borsellino - Crocetta - Tutino - L'Espresso. Dunque, da un lato esiste il Governatore Crocetta che a gran voce sostiene la tesi del complotto renziano, facendosi forte di quanto sostenuto fino ad oggi dalla Magistratura sulle inesistenti intercettazioni tra lui e Tutino e dall'altro il PD, con in testa il suo segretario e l'appoggio del fedele Faraone, i quali pretendono la "testa" del Presidente dei Siciliani; non vogliono solo le dimissioni ma anche le sue successive ammissioni di colpa per il silenzio ostentato dopo la presunta frase "irripetibile" di Tutino nei confronti della Borsellino.

Pubblicità
Pubblicità

Elezioni subito in Sicilia secondo Grillo. I sondaggi lo dovrebbero premiare.

"Tra i due litiganti il terzo gode". In questo momento e in queste ore Grillo sta ipotizzando le elezioni regionali e le ha chieste a gran voce. Certo, l'unico partito che potrebbe vincere le #Elezioni politiche in Sicilia è proprio il partito di Grillo. Il motivo? Semplice: da un lato i sondaggi vedono i "grillini" in forte crescita ovunque, dall'altro il PD è a caduta libera con la perdita di consensi giornalieri e con le defezioni dei maggiori esponenti Dem in molte amministrazioni locali. In Sicilia poi, non è emersa finora una forza politica capace di ottenere consensi superiori ai pentastellati che, peraltro, nelle amministrazioni che governano hanno cumulato solo consensi e non critiche al pari del PD.

Pubblicità

Il malessere delle istituzioni

Questo malessere generale e questo malcontento siciliano si percepisce tra la gente. Tutti parlano e commentano di quanto avvenuto. Contemporaneamente si assiste, ancora una volta, alla sconfitta delle istituzioni: prime tra tutte la politica, poi la magistratura e infine gli organi di stampa che con le loro inchieste hanno il potere di compromettere la carriera politica di uomini che per lungo tempo sono stati considerati "portabandiera" dell'antimafia, come Rosario Crocetta.

Forse Grillo, in cuor suo, sta pensando al famoso sbarco dei "mille" di Garibaldi in quel di Marsala, proprio in Sicilia, pensando di liberare l'Italia o di rifondarla proprio partendo dalla "Trinacria". Il popolo siciliano, di contro, ha voglia di andare al più presto a votare; chiede più di Grillo di esprimere le proprie intenzioni elettorali, visto che finora gli è stato impedito di farlo. #Beppe Grillo