Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e vicepresidente nazionale Anci, come diversi altri primi cittadini, dichiara di apprezzare la sfida lanciata da Renzi. "Ogni sindaco è contento quando si diminuiscono le tasse - commenta Matteo Ricci -. Nel nostro Comune le abbiamo tolte per 3 anni alle nuove imprese che nascono. E siamo tra i primi 20 Comuni in Italia con la tassazione comunale più basse". Detto questo, precisa: "E' chiaro che è necessaria una compensazione, la #Tasi sulla prima casa incide per circa 5 miliardi a livello nazionale, quindi queste risorse devono essere recuperate attraverso una spending review nei ministeri o con altre azioni a livello nazionale".

Pubblicità
Pubblicità

Una precisazione importante quella di Ricci che è anche vicepresidente nazionale #Pd, che aggiunge: "Noi siamo naturalmente a favore, purché non siano 5 miliardi in meno per i Comuni che già vivono una situazione di grande sofferenza. E che hanno bisogno di una nuova autonomia fiscale, anche attraverso la futura local tax, oltre a un allentamento molto forte del patto di stabilità. Anche perché - conclude il sindaco di Pesaro - , se vogliamo rilanciare l'economia, una buona parte di investimenti può riguardare enti locali e Comuni: si possono mettere in campo tante opere di manutenzioni facilmente cantierabili". #Matteo Renzi