La scorsa settimana, in Commissione Affari Costituzionali alla Camera, è stato approvato un emendamento, presentato dal Partito Democratico, alla riforma della P.A., ancora in discussione in Parlamento, che prevede un abbassamento della quota minima di lavoratori che potranno effettuare il telelavoro allo scopo di dedicarsi alle cosiddette 'cure parentali'. Si passa così dal 20 al 10 percento; una riduzione notevole per tutti i lavoratori della #Pubblica Amministrazione, secondo quanto riportato dal sito internet specializzato pensionioggi.it.

Inserito un emendamento che prevede il trasferimento di una lavoratrice che ha subito 'violenze di genere'

Oltre a questa importante novità, sono stati approvati anche altri emendamenti, tra i quali quello relativo alla tutela delle donne che subiscono 'violenze di genere'.

Pubblicità
Pubblicità

Le donne interessate, se il ddl verrà approvato, avranno la possibilità di richiedere il trasferimento presso altre amministrazioni pubbliche, sempre che ci siano posti a disposizione per l'impiego delle donne richiedenti. Quest'ultime potranno essere trasferite in un'altra amministrazione dislocata in un Comune diverso da quello in cui svolge la propria attività lavorativa. L'Ente di appartenenza avrà l'obbligo, se sussistono le condizioni, di trasferire le donne richiedenti entro 15 giorni dalla richiesta effettuata.

Inserito anche il silenzio-assenso nella Pubblica Amministrazione

Inoltre, sono state inserite alcune modifiche relative al piano anti corruzione e alla cosiddetta 'segnalazione di inizio attività'. Quest'ultimo emendamento, che va a modificare l'articolo 4 del ddl, mette in evidenza che i soggetti interessati, al momento della presentazione di una qualsiasi istanza presso le amministrazioni pubbliche, dovranno essere portati a conoscenza dei tempi entro i quali l'Ente interessato dalla richiesta, dovrà rispondere prima di incorrere nel cosiddetto 'silenzio-assenso'.

Pubblicità

Vedremo nei prossimi giorni quali saranno le eventuali altre novità che verranno inserite nella riforma della Pubblica Amministrazione. #Governo