Sarà un nuovo inizio? Ignazio Marino, Sindaco di Roma, dà il via a quella che vuole essere una nuova stagione del suo governo della città, con quattro rimpasti nella giunta capitolina, che dovrebbero servire a rilanciare il suo operato, finora bollato da più parti come disastroso.

I problemi emersi durante la guida Marino:

L'epoca del Sindaco chirurgo è stata segnata dall'esplosione dello scandalo "mafia capitale", dagli scioperi selvaggi dei trasporti pubblici, dalle continue denunce per il degrado e la sporcizia che ha portato la capitale anche sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo, ultime quelle del "New York Times" e di "Le Monde".

La tenacia di Marino, nonostante il mondo politico gli chieda di farsi da parte

Da più parti, comprese quelle del suo partito, il #Pd, si chiede che Ignazio Marino si faccia da parte, che lasci la poltrona, ma per qualcuno la sua testardaggine e la sua consapevolezza che un voto anticipato, in questo momento consegnerebbe il Campidoglio alle opposizioni, lo stanno spingendo a resistere sulla sua poltrona.

Pubblicità
Pubblicità

Molti gli scontenti

Ma è giusto così? O Marino se ne dovrebbe andare? Gli do tre mesi di tempo! Aveva affermato Matteo Renzi, dopodiché, se non ci sarà un cambio di passo, non resteranno che le urne. Intanto, i cittadini si mobilitano, di pochi giorni fa l'appello di Alessandro Gassman a scendere in strada per ripulire la città, mentre il Ministro dell'Interno Angelino Alfano accusa il Sindaco di non essersi accorto di quello che stava accadendo in Campidoglio, del malaffare, delle inefficienze, degli imbrogli e quindi di avere soprattutto una colpa: quella di aver sottovalutato la realtà.

Le doverose questioni finali

Insomma, Ignazio Marino riuscirà ora, con la fase due, a convincere cittadini e politica? A risollevare l'immagine di Roma e quella dell'Italia agli occhi del mondo? Fa bene a restare al suo posto, anche in vista degli impegni per il Giubileo e per la futura organizzazione delle Olimpiadi estive? O dovrebbe cedere il passo? Merita un'altra chance oppure no?  #Politica Roma #Elezioni Amministrative