La città eterna sta sprofondando nel caos del traffico impazzito e sommersa dai rifiuti, paralizzata nel suo degrado, con l’aeroporto internazionale di Fiumicino bloccato con voli cancellati per un incendio, e con il sindaco Marino che dopo il rimpasto della Giunta, ha festeggiato alla sua nuova #Roma e al Pd con il premier Renzi e il ministro Maria Elena Boschi durante la Festa dell’Unità. La magica città è fuori controllo, in ostaggio del degrado e della stagnazione, i romani sono furiosi e gridano da mesi alle dimissioni, mentre il sindaco Marino alla Festa dell’Unità a Roma ha brindato alla sua determinazione ad andare avanti dopo due anni dal suo insediamento, con una seconda giunta democratica formata da 12 assessori, di cui solo tre sono nati a Roma.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo quanto ha reso noto Il Giornale la sera scorsa tra sorrisi, strette di mano e calorosi abbracci è arrivata la proposta del primo cittadino romano, di origini genovesi, di brindare con il premier Renzi, il ministro Boschi e Matteo Orfini, il commissario dem, alla sua nuova Roma e al Pd.

Roma nel caos: tregua tra Marino e Renzi

Il premier arrivato a sorpresa alla manifestazione ha girato per gli stand ringraziando i volontari, ha parlato di temi politici promettendo che Verdini non entrerà mai nel Pd, e si è concesso una goliardica partita a biliardino contro il fedelissimo Matteo Orfini, di Sel, commissario del Pd a Roma.

 Dunque è iniziato il secondo atto dell’amministrazione Marino, il sindaco medico sostenuto dal terzo governo esecutivo tecnico Renzi e dal Pd di Renzi, per ridare nuova vita a Roma, non più eterna, con la nuova giunta capitolina formata da 12 assessori, ossia, Luigina Di Liegro, Guido Improta, Marco Causi, Alfonso Sabella, Anna Donati, Marco Rossi Doria, Stefano Esposito, Francesca Danese, Maurizio Pucci, Alessandra Cattoi, Marta Leonori, Estella Marino e Giovanna Marinelli.

Pubblicità

Boldrini: bisogna dare una chance alla nuova giunta Marino

Nel frattempo ieri la presidente della Camera, Laura Boldrini ai microfoni di Agorà ha spiegato la sua posizione in merito alle contestazioni e alle scelte del sindaco di Roma, e ha dichiarato che Marino si è trovato a gestire situazioni molto difficili in questi due anni, ma che ha la speranza e il dovere di credere che possa riuscire a realizzare le speranze dei romani. Se volete rimanere aggiornati sulle notizie di politica v’invitiamo a cliccare su “Segui” sotto il titolo dell’articolo. #Matteo Renzi #Politica Roma