Che cosa avrebbero votato gli italiani se chiamati ad esprimersi sul referendum Tsipras? A cimentarsi nel 'giochino' è stata l'ANSA, con gli ultimi sondaggi politici aggiornati ad oggi 7 luglio ad essere da questo punto di vista inequivocabili. Il 'no' stravince sul si con oltre il 73% delle preferenze. Il pensiero degli italiani è allineato a quello dell'elettorato ellenico dunque, con la differenza (sostanziale) però che in Grecia hanno dovuto scegliere per davvero mostrando un coraggio da leoni che in Italia sarebbe stato tutto da verificare. Per quanto riguarda invece i dati con le proiezioni interne la situazione non cambia: Renzi e il PD continuano a precipitare, il M5S di Grillo invece continua a crescere. Un'altalena che rischia di costare cara al Premier, che intanto in visita a Berlino 'scherza' con Angela Merkel mostrando un feeling che a molti sa di sottomissione.

Analisi sondaggi politici oggi 7 luglio: Renzi ancora giù, sul referendum Tsipras gli italiani avrebbero scelto il 'no'

'Ricordo ancora con piacere la mia visita a Firenze con il David alle mie spalle, adesso qui non posso ricambiare, c'è solo una parete blu' ha dichiarato Angela Merkel scherzando col premier italiano #Matteo Renzi giunto in visita a Berlino per parlare di Grecia e non solo. I due mostrano in definitiva un feeling tutt'altro che gradito agli italiani, sempre più contrari alle politiche despote e autoritarie imposte dall'UE in cui la Merkel, si sa, occupa il ruolo di regina. In un momento in cui la sovranità dei vari Stati membri sembra essere calpestata come non mai, dimostrazioni 'd'affetto' di questo calibro potrebbero insomma essere evitate, ma si sa, al momento Renzi sembra soffrire di una sorta di masochismo che lo sta trascinando nel baratro. Gli ultimi sondaggi politici aggiornati ad oggi 7 luglio ed effettuati da Piepoli per l'ANSA vedono il PD ancora in calo dell'0,5%, che sommato al meno 1% della scorsa settimana fa un altro punto percentuale e mezzo perso nei confronti del rivale, il M5S di Grillo.



Se il partito di Renzi si attesa dunque adesso al 34% quello dell'ex comico genovese sale al 23,5% in ascesa dello 0,5%. La rilevazione di Piepoli (effettuata su un campione di 1.000 casi rappresentativo della popolazione italiana maschi e femmine dai 18 anni in su suddivisa per sesso, età, ripartizioni geografiche e ampiezza dei centri abitati) non fa che confermare un trend evidente da diverse settimane si ma forse diverso nella forza propulsiva. Se a guidare la scia anti-Renzi prima era stato il livore per alcune delle riforme portate avanti dal Premier - pensiamo alla Scuola o al percorso di riassetto del sistema previdenziale - ad oggi sembra essere l'anti-europeismo il collante col quale scagliarsi contro l'ex sindaco di Firenze. Ne è prova il giudizio degli italiani sul referendum Tsipras, con l'ANSA ad aver lanciato un sondaggio al quale hanno risposto 5mila lettori. Il risultato è stato schiacciante: no al 73%, più alto anche del 61,3% uscito dalle urne di Atene. Un segnale questo che il Premier non dovrebbe ignorare. Il problema non è stare nell'eurozona ma il come ci si sta, un 'modus vivendi' ossequioso e riverente che sembra aver sfiancato l'elettorato italiano.
#Unione Europea #Sondaggi politici