Il 6 agosto, il gruppo Parlamentare di Alfano, Area Popolare, che appoggia il #Governo Renzi, ha presentato il “Family Act”, insieme di norme e misure da inserire nella prossima Legge di Stabilità che si inizierà ad approntare a settembre. L’atto, di cui ha spiegato i punti salienti il Ministro dell’Interno, altro non è che un contenitore di proposte volte ad aiutare le famiglie italiane con bonus, sconti ed incentivi fiscali e segue le promesse di Renzi di ridurre la pressione fiscale per gli italiani.

Il Family Act e le detrazioni fiscali

Nel documento presentato, i centristi hanno inserito interventi in aiuto delle giovani coppie che non riescono a pagare l’affitto, interventi in aiuto alle famiglie che decidono di avere un bambino, sconti fiscali per le famiglie, soprattutto quelle più numerose e naturalmente riduzione del prelievo fiscale relativo all’abitazione principale.

Pubblicità
Pubblicità

L’atto prevede per esempio, l’aumento delle detrazioni per i figli a carico. Per ogni figlio si potrà scaricare sul 730 o sul Modello Unico del prossimo anno, la somma di 1.150 euro rispetto ai 960 di oggi. Naturalmente, più alto è il numero dei figli a carico è più alta è la detrazione che potrà arrivare addirittura ad 8.400 euro per 4 o più figli. Inoltre, si prevede l’aumento del limite di reddito che consente ad un figlio di essere considerato a carico del genitore. Con la campagna reddituale di quest’anno, per esempio, un figlio che nel 2014 ha percepito redditi superiori a 2.840 euro, non poteva essere considerato a carico. La soglia di reddito nella proposta di Alfano, sale a 6.500 euro e quindi fino a questi incassi, il figlio è sempre a carico del genitore. Previsti anche aumenti di detrazioni per il coniuge che non lavora e che è fiscalmente a carico.

Pubblicità

Oltre alle 750 euro di detrazioni per il coniuge a carico previste oggi, nella proposta si parla di arrivare a 1.250 euro.

Altri punti importanti

Ci si propone di aumentare il Fondo per gli asili nido e quello per l’acquisto della abitazione principale. Bonus da 1.000 euro l’anno per ogni figlio, per le spese di istruzione. Sconti fiscali a chi affitta la casa a giovani coppie ed a coppie con figli. Rimborsi al datore di lavoro per ogni giorno di assenza delle nuove madri. Assegno per le spese di Baby Sitter ed aumento della percentuale di stipendio spettante per i congedi parentali.

La proposta cavalca l’onda di Renzi che parla di abbassare le tasse, di aiutare gli italiani e così via. Il costo dell’operazione proposta dai centristi, almeno secondo il loro leader Alfano sarebbe di 7,5 miliardi di euro. Come tutti i proclami, anche questo sembra roboante, ma si tratta di vedere di trovare le coperture finanziarie. A settembre la Legge di Stabilità, almeno per quello che ci stanno promettendo, sarà ricca di sconti ed aiuti per tutti. #Matteo Renzi #Detrazioni fiscali