Che Italicum sarà? Dallo scioglimento di questo nodo da parte del governo, potrebbero scaturire diverse ipotesi nel caso si andasse a votare nei prossimi mesi. Le regole elettorali non sono state definite ancora del tutto, poiché la querelle sul premio di maggioranza dell'Italicum, come viene definito il nuovo sistema elettorale, non ha trovato ancora una soluzione definitiva. Se si dovesse mantenere il premio di maggioranza per la coalizione che dovesse risultare vincente al ballottaggio fra le prime due coalizioni italiane, è fisiologico pensare che la destra italiana potrebbe avere qualche chance di vittoria, tenuto conto della debacle dei partiti di sinistra negli ultimi sondaggi diffusi dai principali istituti demoscopici.

Pubblicità
Pubblicità

Qualora, invece, si dovesse optare per il ballottaggio fra i primi due partiti, in questo caso sarebbe il Movimento 5 Stelle, saldamente la seconda forza politica, a potere anelare a recitare un ruolo da protagonista verso la guida del paese, contendendo al #Pd il successo nelle elezioni.

In caso di ballottaggio fra coalizioni, il centro-destra tornerebbe in gioco

Il criterio "coalizionale" escluderebbe il #M5S dal ballottaggio, presumendo che a destra l'assembramento di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia conquisterebbe un numero di consensi molto vicino ad una eventuale coalizione di centro-sinistra guidata dal Pd. In tal caso, sarebbe il leader della Lega, Matteo Salvini, a portare all'incasso la leadership della coalizione con il 15% dei consensi (quelli accreditati dai maggiori istituti demoscopici), ma la cui partnership con Forza Italia, giocherebbe un ruolo fondamentale nello sdoganamento delle posizioni oltranziste del leader della Lega in materia di immigrazione.

Pubblicità

Come dire che, se il centro-destra uscisse vincitore dal ballottaggio, la presenza di Berlusconi conferirebbe un "volto umano" e accettabile agli occhi di investitori stranieri e delle istituzioni internazionali.

Se il ballottaggio si svolgesse tra partiti, allora il M5S potrebbe contendere al Pd il governo del paese. In questo caso, il partito di Grillo dovrebbe dimostrare di essere in grado di assumersi la responsabilità di selezionare una classe dirigente degna di questo nome, in grado di affrontare le sfide che attendono il paese.  #Elezioni politiche