Il mese di agosto è appena iniziato e già abbiamo i primi dati sulle intenzioni di voto degli italiani. Molti sono partiti per le vacanze, altri sono rimasti in città, ma tutti hanno modo di sapere cosa ne pensano i cittadini riguardo alle forze politiche del Paese. Nell’ultimo periodo abbiamo assistito ad un calo nei sondaggi elettorali da parte del Partito Democratico, mentre il Movimento 5 Stelle ha iniziato la rimonta e punta deciso verso l’aggancio. Questo trend lo evidenziano anche le ultime rilevazioni effettuate da IPR e Datamedia. A seguire andremo ad illustrarvi le percentuali di ogni singolo partito, nonché la fiducia del Governo.

Pubblicità
Pubblicità

Sondaggio elettorale IPR: M5S a meno 10 punti dal PD

Ad un mese di distanza dall’ultimo sondaggio politico, IPR è tornato a mostrarci i dati relativi alle intenzioni di voto se si andasse a votare oggi. Nell’arco di trenta giorni sono cambiate molte cose, con il #Pd che ha perso ulteriormente terreno, mentre ha guadagnato un po’ il #M5S. Il partito di Matteo Renzi si attesta al 32%, facendo registrare un -1,5%, mentre quello di Beppe Grillo è cresciuto dell’1% ed ora si trova al 24%. Guadagna qualcosina anche la Lega Nord (+0,5%), che ad oggi viene accreditata al 14,5%. Restano stabili sui valori del mese precedente Fratelli d’Italia-AN e Ncd-Udc, rispettivamente al 5% e 3,5%, mentre Forza Italia perde leggermente terreno (-1%) ed ora viene attestato al 10%. Passando al centrosinistra, invece, c’è Sel con il 4% (+0,5%), mentre gli altri di questo lato del Parlamento sono all’1,3%.

Pubblicità

Infine, troviamo gli Altri al 5,7%. Riguardo alla fiducia nel Premier e nel Governo, per IPR è calata al 40%, ma rispetto ad altri istituti, qui è ancora ben alto il valore.

Sondaggio politico Datamedia: scende Forza Italia, M5S stabile

Sono leggermente diversi i dati pubblicati da Datamedia. A distanza di sette giorni dall’ultima rilevazione, sembra essere cambiato molto poco, con lievi spostamenti su e giù tra i diversi schieramenti politici. Il Partito Democratico perde solo lo 0,1% stavolta e si trova al 33,5%. Sono circa una decina di punti percentuali che lo dividono dal Movimento 5 Stelle, che resta stabile al 23,3%. Guadagna leggermente il partito di Matteo Salvini (+0,1%), portandosi al 15,6%, mentre perdono rispettivamente lo 0,2% e lo 0,3% quelli di Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. Al centrodestra rimane invariato il dato relativo al Ncd-Udc (2,6%). Spostandoci dall’altra parte, invece, abbiamo Sinistra Ecologia e Libertà che fa segnare un -0,2% ed ora si attesta al 3,6%. Crescono invece gli Altri, che guadagnando lo 0,7% si portano al 6,1% in appena una settimana. Per Datamedia è minore il valore sulla fiducia del Governo, che è passato dal 34% al 33%. #Sondaggi politici