Il sondaggio diffuso dal sito 'Scenari Politici' che evidenzia solo uno scarto minimo di tre punti percentuali tra #Pd e #M5S sta costituendo in queste ore un vero e proprio cruccio in seno ai vertici del Partito Democratico, che potrebbe imprimere nei prossimi mesi una svolta nella linea politica del premier Matteo Renzi. Il dato, diffuso dal sito che pubblica i sondaggi sulle intenzioni di voto dei maggiori istituti demoscopici, evidenzia un calo di oltre 10 punti percentuali rispetto alle elezioni europee del 2014, quando il Pd stravinse con oltre il 40% dei consensi. Il M5S si attesta al 26,1% , un dato che rimarca quasi 5 punti percentuali acquisiti nell'ultimo anno, dalle elezioni europee ad oggi.

Pubblicità
Pubblicità

Un trend che se fosse confermato anche nei prossimi mesi potrebbe portare entro novembre al clamoroso testa a testa fra i due partiti nella lotta verso il primo posto assoluto nel consenso degli italiani.

La Lega Nord con il 16,1% si conferma prima forza del centro-destra con Forza Italia che annaspa distanziata di oltre 5 punti percentuali dal partito guidato da Matteo Salvini. Debacle a destra anche per l'Ncd di Alfano che sprofonda al 2,9%, perdendo un punto e mezzo percentuale. Un'altra batosta per i partiti che fanno parte della coalizione di governo. 

Quasi tutti gli istituti demoscopici, negli ultimi mesi, hanno documentato il tracollo del maggior partito di governo, che sta perdendo consensi a beneficio delle forze politiche che stanno cavalcando il disagio per la cattiva gestione della politica di immigrazione nel nostro paese.

Pubblicità

Il pericolo di un incontrollato sbarco di immigrati, ma anche la politica sul lavoro inconcludente, con il Jobs Act che viene percepito anche dagli elettori di sinistra come una stabilizzazione del precariato, non hanno contribuito a mantenere solido il consenso del maggior partito di governo. Anche la recente riforma della scuola, che ha provocato frustrazione e risentimento in seno alla classe docente, storicamente appiattita su posizioni di sinistra, ha favorito la crescita del consenso delle forze che cavalcano l'onda 'antipolitica' che pervade l'Italia da alcuni anni a questa parte. Se il Pd non sarà in grado, entro la fine dell'anno, di dare risposte convincenti sui temi spinosi dell'immigrazione e del lavoro, il rischio di un tracollo nei sondaggi è sempre più prossimo a materializzarsi.  #Sondaggi politici