Quello dei privilegi dei nostri politici è un tema su cui si è molto discusso in questi anni della nuova Legislatura, anche perché i nuovi mezzi di comunicazione che abbiamo a disposizione ci permettono di sapere, più o meno in tempo reale, cosa accade nei corridoi e nell'emiciclo di Montecitorio. Quello che forse non tutti sanno, però, è che fino ad oggi anche chi era stato solo per un breve periodo in politica continuava a sfruttare privilegi ed esenzioni per il proprio tornaconto personale. I questori della Camera, in particolare, hanno deciso di dare ragione ad un ordine del giorno recentemente proposto dal Movimento 5 Stelle, nel quale si mette la parola fine agli sprechi dello Stato, che continua a pagare i viaggi in aereo, nave e treno anche a quei deputati che non fanno più parte della vita politica del Paese.

Pubblicità
Pubblicità

Una vittoria che Di Maio, uno dei principali esponenti del gruppo parlamentare di Beppe Grillo, ha definito come 'di tutti i cittadini', che permetterà di risparmiare ben 900mila euro alle casse dello Stato.

Quando sarà attivo il provvedimento per gli ex deputati

Come molte altre cose legate alla vita politica del Paese, quella di interrompere bruscamente i rimborsi-spese agli ex deputati che usufruiscono di viaggi in treno, aereo o nava senza pagare di tasca propria, è una cosa per cui ci vorrà ancora qualche mese prima che diventi effettiva. Dal primo gennaio 2016, infatti, come si legge nel comunicato di Montecitorio, verranno azzerate le spese dello Stato relative ai rimborsi di viaggio di coloro che non fanno più parte di Camera e Senato. Sta di fatto che se per decennio nessuno si è preoccupato di tagliare spese di questo tipo, con l'arrivo in Aula di un Movimento come quello dei 5 Stelle, qualcosa si è davvero smosso e sarà interessante vedere come reagiranno tutti quegli ex parlamentari che fino ad oggi non si erano presi la briga di pagare per spostarsi da una regione all'altra o, peggio, di portare in vacanza la propria famiglia sfruttando un privilegio di cui l'Italia avrebbe fatto a meno già da parecchio tempo.

Pubblicità

#Camera dei Deputati #Beppe Grillo #M5S