Rimane ancora aperto il dibattito sulla riforma della giustizia, relativamente al tema dell'indulto e dell'amnistia. Sono ormai diversi mesi che giace in Parlamento una proposta di legge unificata che racchiude diverse argomentazioni, come quella del miglioramento delle condizioni di vita nelle carceri italiane che, in alcuni casi, destano molta preoccupazione.

Si rimane in attesa dell'esame congiunto delle proposte su indulto e amnistia

La situazione in diversi penitenziari appare piuttosto drammatica, soprattutto per quanto riguarda le condizioni igienico-sanitarie. È stata evidenziata, negli ultimi mesi, una problematica rilevante relativa al fatto che due detenuti su tre, 'ospitati' dalle celle di alcuni istituti di pena, sono affetti da patologie più o meno gravi.

Pubblicità
Pubblicità

Da mettere in risalto anche la grave situazione relativa a diversi suicidi avvenuti in alcuni penitenziari italiani, forse dovuti alla carenza di personale destinato al controllo delle carceri italiane. Intanto, nelle ultime ore, grazie ad un'interrogazione parlamentare di De Poli, in forza al partito Udc (del 10 settembre), giunge una notizia inquietante che riguarda il carcere di Rovigo. Vediamo, nel dettaglio, di cosa si tratta.

Il carcere di Rovigo è ancora chiuso, dopo due anni dalla fine dei lavori

Il penitenziario di Rovigo, a due anni dal completamento dei lavori, rimane ancora chiuso. La spesa per la costruzione della struttura ammonta a 29 milioni di euro. Secondo il Dap, Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, la colpa di questa situazione è del ministero delle Infrastrutture, che non ha consegnato il nuovo edificio al Demanio dello Stato.

Pubblicità

Questa specifica arriva, dopo che il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, aveva interessato il Dap di fare un'indagine per capire qual è la reale situazione. Ricordiamo che l'inizio dei lavori del penitenziario di Rovigo è stato nel 2007, quando in carica c'era il ministro Mastella. La fine dei lavori era stata fissata nel 2010. In realtà, ce ne sono voluti il doppio. Dal 2013, il carcere di Rovigo è ultimato, pronto ad essere utilizzato. Non si conosce ancora il motivo di questo ritardo. Per questo motivo, è in corso un'indagine che possa sbloccare la situazione. #amnistia #indulto