'Lo facciamo solo noi' è il risultato di una collaborazione tra Simone Pennino, Andrea Tosatto e Massimo Bugani: lo riferisce proprio quest'ultimo, il consigliere comunale dei cinque stelle eletto a Bologna, attraverso un post pubblicato sul blog di Beppe Grillo. Si tratta del nuovo inno del Movimento cinque stelle promosso dallo stesso Grillo, che invita i militanti a impararlo a memoria soprattutto in occasione del raduno di Imola in programma il 17 e il 18 ottobre. Evento che giunge successivamente alle polemiche sorte a proposito della mancata rendicontazione delle spese sostenute per l'affitto dell'autodromo di Imola.

Il nuovo testo

Il nuovo "Inno d'Italia 5 stelle" giunge dopo il precedente 'Ognuno vale uno', che parlava di un movimento senza padroni e senza capi, ovvero una democrazia diretta senza alcun tipo di gerarchia.

Pubblicità
Pubblicità

Un canto che poneva l'unica proposta originale del Movimento cinque stelle, ovvero il solo elettore come referente. Nel nuovo inno, però, questa soluzione sparisce. 

Bugani afferma che nell'attuale situazione politica italiana non c'è nessuno che vuole rinunciare al proprio stipendio, ai benefit e alle auto blu, che rifiuta i rimborsi elettorali, che denuncia le ingiustizie commesse dalle multinazionali, che finanzia le piccole imprese. In sostanza: nessuno ha il coraggio di essere libero dal controllo e dai condizionamenti della finanza e delle grandi lobby. Chi, invece, si pone fuori da tutto ciò? 'Lo facciamo solo noi', ovvero i Cinque stelle. Alla fine dell'inno compare anche un rimprovero alla "casta": 'Accidenti a ‘ste marionette, fan più danni delle sigarette'. 

A ben vedere, si tratta dunque di una sorta di nuovo programma elettorale, in cui vengono spiegate le linee d'azione del Movimento: la difesa dell'ambiente, dare i soldi per costruire le strade, rinuncia all'auto blu, non prendere alcun tipo di rimborso.

Pubblicità

Il video mostra arnie per la produzione del miele, nuovi modelli di biciclette, auto Google senza pilota, hoverboard e stampanti 3D. #Governo #Beppe Grillo #M5S