Buone notizie per quei lavoratori del comparto scuola che hanno maturato la #Quota 96 entro la fine dell'anno scolastico 2011-2012. Nei giorni scorsi, la Commissione lavoro alla Camera, ha approvato l'articolo 1 del provvedimento relativo alla settima salvaguardia, con l'applicazione di una modifica proposta dall'onorevole Ciprini, facente parte del partito Movimento 5 Stelle.

Circa 2.500 Quota 96 potranno andare in pensione

Grazie al provvedimento in questione, circa 2.500 tra docenti e personale Ata, potranno andare in pensione, in deroga a quanto stabilito dalla riforma Fornero. Ricordiamo che, la legge attualmente in vigore, aveva bloccato questi lavoratori a causa di un errore presente nella normativa, la quale aveva confuso l'anno scolastico con quello solare.

Pubblicità
Pubblicità

In questo modo, tutte quelle persone che hanno raggiunto il valore 96, quale somma tra età anagrafica e versamenti contributivi, entro l'anno scolastico di riferimento, potranno, finalmente, raggiungere l'ambito 'traguardo'. Dal primo settembre 2016, molti dei 'Quota 96' (la platea degli interessati sono circa 4.000), si godranno la meritata pensione dopo 3 anni di continui blocchi da parte del #Governo Renzi.

Per andare in pensione bisognerà presentare la domanda in via telematica

Il disegno di legge in questione prevede che, una volta entrato in vigore il provvedimento, i lavoratori interessati avranno 15 giorni di tempo per usufruire del beneficio, tramite una domanda telematica da presentare all'Inps. L'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale controllerà il numero delle domande presentate, tenendo in considerazione un criterio progressivo che prenda in considerazione la somma dell'età e degli anni di contribuzione dei Quota 96.

Pubblicità

La situazione, a questo punto, sembra 'volgere al bello', anche se, ricordiamo, rimane ancora una piccola parte di insegnanti e personale amministrativo che dovranno essere presi in considerazione.

Se volete essere informati sulle novità relative alla riforma del sistema previdenziale, cliccate sul pulsante 'segui', all'inizio di questo articolo. Potete, inoltre, dire la 'vostra' sull'argomento nell'apposito spazio destinato ai commenti. #Pensioni