I primi sondaggi elettorali Euromedia divulgati agli inizi di settembre, mettono in allarme il #Pd di Renzi, superato dalla somma dei consensi, dei partiti che confluiscono nell'area di Centrodestra. Bene il #M5S che recupera ancora terreno sull'avversario principale e che tiene molto indietro l'avanzata della Lega Nord, entreremo successivamente nel dettaglio, indicando le intenzioni di voto delle varie forze politiche, espressi in numeri percentuali. Ma agli italiani, è stato chiesto anche chi vorrebbero come Presidente del Consiglio, l'esito lascia pensare, anche per le indicazioni dei nomi alquanto bizzarri, c'è comunque un sostanziale equilibrio, ma anche questo lo vedremo dopo,sempre in questo articolo.

Pubblicità
Pubblicità

Sondaggi politici Euromedia: in netto calo FI e PD, cresce l'opposizione M5S e Lega Nord

Rispetto alle intenzioni di voto Euromedia, risalenti alla seconda metà di luglio 2015, il PD con il 30,6%, registra un calo netto pari all'1,7%, l'ennesima batosta per il partito di Renzi e di maggioranza di Governo. Il M5S cresce invece dello 0,7% e sale al 25,1%, riducendo quindi la forbice del 2,4% in circa 40 giorni, e portando il gap al 5,5%, uno scarto minimo nei confronti del PD, che dopo il risultato delle elezioni europee 2014, dove il M5S era stato quasi doppiato nei voti con circa 20 punti percentuali di svantaggio, era impensabile potesse essere così ridotto, oggi.

Sale anche la Lega Nord al 16,5%, ancora lontano dal Movimento 5 Stelle, ma con un simile trend di crescita (+0,9%), che lo porta a distanziare ancora di più Forza Italia, partito ormai in crisi da tempo, che perde lo 0,8% e scende all'11,7%, una percentuale tuttavia, ancora nettamente superiore alla stima attribuita da molti altri istituti.

Pubblicità

Euromedia mette in campo nei suoi sondaggi elettorali, ancora una volta una sinistra alternativa, composta principalmente da Coalzione Sociale di Landini e dal nuovo partito di Civati, che conquista un 4,5% di tutto rispetto (+0,6%) superiore a SEL che è indicato al 3,1%, in ribasso dello 0,2%. Infine, Fratelli d'Italia-An con il 3,1% subisce un pesante ridimensionamento, perdendo l'1,2%, mentre l'alleanza NCD-UDC con il 2,5%, resta stabile. Atensione stimata: circa il 35%.

All'altro quesito posto agli italiani nei #Sondaggi politici Euromedia, su chi voterebbero come Presidente del Consiglio, viene posta l'accoppiata Salvini-Berlusconi che ottiene il 32,7% dei consensi, inferiore a Renzi stimato al 38,2%, mentre al candidato del Movimento 5 Stelle andrebbe il 29,1% dei consensi. Infatti, non ha risposto il 30,9% degli intervistati. Ma ha senso mettere ai voti un duo di centrodestra presunto, e un candidato del M5S senza precisarne la figura? No, davvero ha poco senso, un sondaggio quest'ultimo, davvero bizzarro.