Eccoci con l'appuntamento del fine settimana sulle intenzioni di voto degli italiani ai partiti politici. Oggi, sabato 26 settembre 2015, ci occupiamo di riportare gli ultimi 5 sondaggi elettorali resi noti da altrettanti istituti. Due, sembrano essere i dati che mettono d'accordo tutti, il PD che risale e la #Lega Nord che scende, è finita la cavalcata di Salvini? Ma cosa ha fatto Renzi per acquisire nuovi consensi? Beh, sono domande che non hanno una risposta concreta, ma un paio di ipotesi, si possono azzardare, e lo faremo a seguire, dopo aver elencato le intenzioni di voto dei #Sondaggi politici Euromedia, Piepoli, Ixè, Swg e Datamedia, tutti dati di questa settimana che volge al termine.

Pubblicità
Pubblicità

E il #M5S? Non c'è unanimità nelle tendenza, stavolta, a differenza di quanto non rilevammo nei tre sondaggi elettorali aggiornati al 17 settembre, ma lo vedremo nel dettaglio a breve, anche se possiamo anticipare, che il segno positivo nel trend, prevale. Dati contrastanti su Forza Italia, tra rialzi e ribassi, contenuti nel mezzo percentuale. In ogni caso, è bene ricordare, che tendenze a parte, è giusto tenere conto dei valori assoluti assegnati ai partiti politici dai vari istituti, capita spesso, che le variazioni vengono segnalate da un sondaggio prima e da un altro poi, per cui, fanno fede le percentuali totali di consenso.

Cinque sondaggi politici elettorali a confronto, le ultime intenzioni di voto al 26 settembre 2015

Per evitare ripetizioni, metteremo in ordine, da sinistra a destra, i dati di Euromedia, Piepoli, Ixè, Swg e Datamedia, indicando anche le variazioni registrate nell'arco di una settimana.

Pubblicità

Mancano all'appello i sondaggi elettorali Emg del 21/09 che potete andare a visionare.

  • PD 31,6 (+0,1) - 33,5 (+0,5) - 34,7 (+0,5) - 35,8 (+1,5) - 32,9 (+0,1)
  • M5S 25,8 (+0,7) - 26,0 (0,0) - 24,2 (+1,1) - 24,9 (-0,6) - 24,8 (+0,5)
  • Lega Nord 15,4 (-0,3) - 14,0 (-0,5) - 14,6 (-0,3) - 15,0 (-1,1) - 15,0 (-0,4)
  • Forza Italia 12,3 (+0,3) - 10,0 (0,0) - 10,3 (-0,5) - 11,6 (-0,2) - 11,6 (+0,2)
  • FDI-AN 4,0 (0,0) - 4,0 (0,0) - 3,4 (0,4) - 3,2 (+0,1) - 3,8 (-0,1)
  • SEL 3,5 (-0,3) - 4,0 (0,0) - 4,8 (-0,1) - 2,3 (-0,1) - 3,9 (+0,1)
  • Ncd-Udc (2,0 (+0,2) - 2,5 (0,0) - 2,6 (-0,1) -3,0 (-0,2) - 2,6 (0,0)

Abbiamo visto anche le intenzioni di voto delle tre forze politiche minori, che lottano sempre raggiungere e superare il 3%, soglia di sbarramento prevista dall'Italicum, e possiamo notare come la situazione di Area Popolare, sia tutt'altro che rassicurante. Torniamo alle ipotesi di cui sopra. La risalita del Partito Democratico, probabilmente la promessa di togliere la tassa sulla prima casa (funzionò per Berlusconi a suo tempo), porta i suoi effetti.

Pubblicità

Per quanto concerne il calo della Lega, appare evidente che la politica estremista anti immigrazione, non funziona più così bene, e che alla fine, il votare a favore del non rendicontare le spese dei partiti sui finanziamenti pubblici ottenuti, e contro le intercettazioni, non vengono presi molto bene dagli elettori, e su questo, seppur opposizione di Governo, il partito di Salvini, si differenzia dal Movimento 5 Stelle, che è l'unica vera forza politica, anti-casta, tra le altre cose.