La lentezza della giustizia e gli errori, giudiziari, il sovraffollamento e i problemi strutturali nelle carceri, le battaglie per "#indulto e #amnistia per la Repubblica" che i radicali portano avanti ormai da anni e che adesso vengono auspicate anche da #Papa Francesco. Se ne è discusso durante la tre giorni del congresso dei Radicali italiani dove protagonista mediatico "indiscusso" è stato Raffaele Sollecito, il giovane assolto dalla Corte Cassazione dall'accusa per il femminicidio della giovane Meredith Kercher.

Raffaele Sollecito protagonista indiscusso al congresso dei Radicali italiani

Dopo il suo intervento dal palco del congresso radicale a Chianciano Terme c'è già chi lo vorrebbe segretario del partito.

Pubblicità
Pubblicità

Ha ricevuto anche l'abbraccio e l'endorsement di Marco Pannella. Le posizioni su amnistia e indulto sono quelle dei radicali, anche perché il "carcere rende dei vegetali". Poi il richiamo alla sentenza Torreggiani della Corte europea dei diritti dell'uomo. "Esistono condizioni assurde e inumane" all'interno delle strutture penitenziarie, ricorda Sollecito. Cos'è il carcere? Come lo ha visto lui da presunto colpevole o da presunto innocente? "Una scuola di reclutamento per la mafia". Occorrono misure per il reinserimento sociale dei detenuti, perché ora "quando escono - ha detto Sollecito si ritrovano isolati nella società, non ci sono politiche di reinserimento". In carcere "si è abbandonati".

'Carceri assurde e inumane', si attendono novità su amnistia e indulto

"Una volta finita la detenzione - ha proseguito - queste persone che vengono a trovarsi rifiutate dalla società nella stragrande maggioranza dei casi - ha detto il giovane informatico - sono portate a riaffacciarsi a chi li ha aiutati in carcere, che sono - ha sottolineato - i criminali e i mafiosi".

Pubblicità

Sugli errori dei magistrati e sulla sua vicenda personale, sulla quale ha scritto anche un libro, Sollecito ha spiegato di aver fatto "appello al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, affinché - ha detto - possa fare luce sulle responsabilità di chi ha sbagliato, distruggendomi l'esistenza". "Sono stato sorpreso - ha detto Marco Pannella commentando le parole di Sollecito - della qualità del suo intervento e della sua riflessione". Intanto, a proposito di carceri e giustizia si attendono novità dalla commissione Giustizia a Palazzo Madama su diversi disegni di legge importanti: i quattro ddl per indulto e amnistia, il ddl con le nuove norme sulle visite in carcere, quello sulla riforma della prescrizione dei reati e quello che rivede il reato di concorso in esterno in associazione mafiosa.