Di quanto successo tra l'8 e il 12 ottobre Marino dovrà riferire direttamente in Aula Giulio Cesare. Non per obbligo ma per esporre le sue ragioni "nei luoghi deputati a questo dalle regole democratiche", come scritto nel comunicato stampa diffuso dopo aver scambiato quattro chiacchiere con Francesco Giro, ex collega senatore di Forza Italia.

Le spiegazioni potrebbero arrivare direttamente martedì, subito dopo l'incontro dei capigruppo già fissato per lunedì. Non si esclude, poi, che in aula Giulio Cesare Marino provi a capire, a livello di numeri, chi sta ancora dalla sua parte. Se è vero che l'ipotesi della 'giunta del Giubileo' pare quanto di più lontano possibile, è vero anche che gli unici contatti del sindaco col Pd sono rimasti proprio i suoi consiglieri. 

Quello che si sa, per il momento, è che insieme al primo cittadino si schiereranno i consiglieri della sua lista civica e quattro consiglieri di Sel, che si sono detti disponibili a rinnovargli la fiducia dopo aver ottenuto dei chiarimenti su scontrini e programma elettorale.  #Politica Roma