La società sondaggistica Emg ha realizzato, per il Tg La 7 di Enrico Mentana, i risultati dei sondaggi elettorali relativi al 26 e 27 ottobre, nei quali vengono messe in evidenza alcune novità, come ad esempio la crescita di partiti cosiddetti minori come il Nuovo Centro Destra del Ministro degli Interni Angelino Alfano e il partito di Giorgia Meloni, Segretario Nazionale di Fratelli d'Italia. Importante anche la stabilità di Forza Italia che non perde consensi rispetto all'ultima rilevazione. Leggerissima flessione, invece, per gli altri partiti che compongono il planisfero della politica italiana.

I ballottaggi fanno registrare le novità più importanti ed a tratti sorprendenti

Analizziamo insieme i dati per capire, nello specifico, quelle che sarebbero le possibili dinamiche che verrebbero a crearsi dalle risultanze emerse; uno scenario certamente composito con diversi punti interrogativi che dovrebbero essere dipanati.

Pubblicità
Pubblicità

Il primo è quello inerente un'eventuale alleanza tra il partito di Silvio Berlusconi e quello di Matteo Salvini, senza trascurare il fattore legato al partito di Alfano, vera e propria mina vagante in un contesto, quello del centrodestra, molto eterogeneo ed al momento poco chiaro, contraddistinto da alleanze difficili.

Esaminiamo nello specifico i risultati, con il Partito Democratico del premier #Matteo Renzi sempre prima forza della nazione con il 32,5% delle preferenze, in leggera flessione dello 0,3% rispetto all'ultima rilevazione; seconda forza il Movimento 5 Stelle di Grillo con il 27,1% in flessione dello 0,1%, terza posizione per la Lega Nord di Matteo Salvini che cala dello 0,6% e si attesta al 14,3%. Quarta posizione per Forza Italia, stabile all'11,6%, un segnale positivo per chi finora era in continua perdita.

Pubblicità

Bene Fdi di Giorgia Meloni che cresce dello 0,4% e passa dal 4,5 al 4,9%, stesso discorso anche per Sel di Nichi Vendola che sale dal 3,0 al 3,2%, mentre va ancora meglio l'Ncd di Alfano che sale dello 0,6% e si assesta al 2,8%. Insomma, risultati molto interessanti soprattutto per questi piccoli partiti che hanno un risultato molto interessante.

I due possibili scenari di ballottaggio, per ciò che concerne la Camera dei Deputati, vedono il Pd al 53,5% mentre la possibile coalizione di Centrodestra si attesta al 46,5%. Invece, in un possibile ballottaggio tra Pd e M5S, il partito di Renzi sarebbe al 50,5%, mentre il movimento di Grillo sarebbe ad una sola lunghezza al 49,5%. Questo sarebbe un risultato davvero molto interessante, che porrebbe i 5 Stelle ad un passo dal governo del paese. #Beppe Grillo #Sondaggi politici