Gli ultimi sondaggi elettorali aggiornati a sabato 31 ottobre pongono in risalto il #M5S di Grillo. I pentastellati continuano ad avvicinarsi al #Pd di Renzi, mentre il Centrodestra fa fatica a rialzarsi. Eloquente, in questo caso, il dato della flessione di Lega Nord e Fratelli d'Italia, che insieme perdono oltre un punto percentuale. Va meglio invece a Forza Italia, sebbene i dati dei giorni scorsi non facciano sorridere Berlusconi. Ma scopriamo ora quali percentuali vengono attribuite a fine ottobre alle maggiori forze politiche italiane. 

M5S +0,7 percento, Pd più vicino

I sondaggi elettorali dell'istituto SWG indicano il M5S al 26,8 percento.

Pubblicità
Pubblicità

Il Pd invece è al 34,7 percento. Se fino alla settimana scorsa il distacco era superiore agli 8 punti percentuali, adesso i grillini vedono i democratici più vicini. Altri sondaggi ipotizzano una forbice fra il 4 e 5 percento, a testimonianza dell'incredibile crescita del Movimento pentastellato, divenuto ormai una reale minaccia per il Partito democratico. L'ascesa del Movimento fondato da Grillo trova conferme nei sondaggi per l'elezione di sindaco a Roma. Secondo l'istituto Demopolis infatti, il M5S è il primo partito con oltre il 33 percento. Staccatissime tutte le altre forze politiche, con il Pd al 17 percento e Fratelli d'Italia della Meloni al 10 percento. Il Centrodestra ha qualche possibilità di arrivare al ballottaggio con i 5 Stelle soltanto se si presentasse unito, poiché tra Forza Italia Lega e il partito della Meloni salirebbe al 22 percento. 

Forza Italia su, male Lega e Fratelli d'Italia

Settimana difficile per Lega Nord e Fratelli d'Italia, almeno a livello nazionale.

Pubblicità

La Lega scivola al 15 percento, perdendo 0,8 punti in una settimana. Discorso simile per Fratelli d'Italia, che perde lo 0,8 percento scendendo al 3,2%. L'unico partito dell'area del Centrodestra a crescere è Forza Italia, che sale all'11,2 percento, conquistando lo 0,4, quasi mezzo punto percentuale in più. Alla luce dei sondaggi elettorali politici di oggi potremmo affermare che l'effetto Berlusconi inizia a farsi sentire, sebbene sia ancora presto per trarre una conclusione definitiva. Sarà importante infatti capire come si risolverà da una parte la partita di Roma, dall'altra quella di Milano, uno dei più grandi obiettivi della Lega Nord, che intende conquistare la poltrona di sindaco del capoluogo lombardo. Nel frattempo stabile il Nuovo Centrodestra, fermo al 3,1 percento, mentre Sinistra ecologia e libertà scende all'1,8 percento, in flessione del 2%.  #Sondaggi politici