Eccoci giunti ad un nuovo appuntamento con i #Sondaggi politici elettorali. Prima di vedere quali sono i risultati della rilevazione effettuata dall'Istituto SWG è opportuno fare una considerazione. Il Movimento 5 Stelle, così come è accaduto con il Partito Democratico, dopo aver raggiunto un risultato di un certo rilievo, successivamente si ritrova ad 'ondeggiare' tra un segno positivo ed uno negativo. Anche il #Pd, dopo aver toccato quota 40 percento, si ritrova ad ottenere dei risultati che si muovono intorno questa cifra. Stessa cosa è avvenuta con la Lega Nord, che gli ultimi sondaggi effettuati vedono confermare una percentuale del 15%.

Pubblicità
Pubblicità

Vediamo, di seguito, quali sono stati i dati rilevati dal sondaggio SWG.

Tra i partiti più grandi solo Forza Italia sale

L'ultima settimana è stata leggermente negativa per il Partito Democratico, mentre i partiti minori di centro-sinistra tendono a crescere. Anche il Movimento 5 Stelle e la Lega Nord subiscono una leggera flessione rispetto all'ultimo sondaggio effettuato. Buon risultato, invece, per Area Popolare, composta da Nuovo centro-destra (NCD) e Unione di Centro (UDC), che risale verso la quota di sbarramento al 3 percento. Nel dettaglio, il Partito Democratico scende al 35,4 percento con un -0,6 percento. Anche il partito guidato da Beppe Grillo subisce una leggera flessione dello 0,2 percento e si attesta al 25,3. La Lega Nord, si conferma sul gradino più basso del podio al 15,3 percento, anche in questo caso, con una flessione dello -0,2.

Pubblicità

Da notare una leggera risalita per Forza Italia al 12 percento, mentre Fratelli d'Italia fa un balzo in avanti e registra un'attestazione di fiducia al 3,6 percento.

Di Maio sale rispetto a Beppe Grillo

L'Istituto SWG ha, inoltre, preso in considerazione i dati relativi alla fiducia nei leader politici. Più in particolare, in vista del raduno di Imola del Movimento 5 Stelle è stato chiesto, al campione degli italiani, di scegliere tra Beppe Grillo e Luigi Di Maio. Dato sorprendente con Luigi Di Maio che ottiene una fiducia maggiore di quella dell'ex comico genovese, con una distinzione però: gli elettori benestanti hanno più fiducia in Di Maio, con un 27 percento contro il 19 di Grillo, mentre gli elettori con meno potere d'acquisto hanno più fiducia in Grillo (28 percento) contro il 20 percento di Di Maio. #M5S