Ecco un nuovo appuntamento con i #Sondaggi politici elettorali effettuati da EMG per il telegiornale La7. Con questa rilevazione viene presa in considerazione la fiducia nei leader politici e le intenzioni di voto al primo turno, ma la vera novità è il risultato del sondaggio del ballottaggio, in caso di secondo turno. Proprio in questo caso sono state ipotizzate due situazioni: la formazione di una lista di centro-destra contro il Partito Democratico e lo scontro tra quest'ultimo e il Movimento 5 Stelle. Da considerare che il M5S contro il Pd ottiene un risultato migliore rispetto al 'listone di centro-destra'.

In caso di ballottaggio il M5S a 4 punti percentuale dal Pd

In ogni caso, in entrambi le rilevazioni il Partito Democratico vince la 'battaglia' con gli sfidanti.

Pubblicità
Pubblicità

Nel dettaglio, se si andasse al ballottaggio l'unione dei partiti di centro-destra registra il 47,1 percento contro il 52,9 percento del Partito Democratico, mentre il movimento di Beppe Grillo si avvicina molto al partito guidato da Matteo Renzi con il 48 percento, con un distacco, quindi del 4 percento. Nel sondaggio è stato rilevato anche la percentuale degli indecisi si attesta al 18 percento, un dato importante che fa capire che il risultato di un'eventuale consultazione elettorale non è proprio scontato. Inoltre, la percentuale di astensionismo è del 40 percento, anche se gli esperti del settore spiegano che, probabilmente, in caso di elezioni politiche questo dato non dovrebbe essere confermato.

Luigi Di Maio si avvicina al premier Matteo Renzi

Il sondaggio dell'istituto EMG ha così rilevato che il Partito Democratico è il primo partito con 6 punti di distacco dal Movimento 5 Stelle.

Pubblicità

Per quanto riguarda la fiducia nei leader politici, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella mantiene saldamente il primato relativamente alle preferenze degli italiani. Sia Renzi che Matteo Salvini rimangono stabili, mentre cresce di un punto percentuale uno dei massimo esponenti del M5S, Luigi Di Maio. Proprio quest'ultimo, secondo alcuni dati rilevati da altri sondaggi elettorali, si avvicina pericolosamente al leader del Partito Democratico.