Il mese di ottobre sta per essere archiviato come quello dell’avvicinamento del Movimento 5 Stelle al Partito Democratico. I due, stando agli ultimi sondaggi elettorali pubblicati online, sarebbero divisi da una manciata di punti percentuali. Le intenzioni di voto degli italiani vedono Beppe Grillo mettere pressione a Matteo Renzi, ma cosa accade alle loro spalle? Gli altri partiti mantengono il passo oppure sono appesi ad un filo? La situazione di Forza Italia non è rosea, né tanto meno quella della #Lega Nord, che ultimamente è calata di molto. Di seguito analizzeremo i #Sondaggi politici di Euromedia e Piepoli aggiornati all’ultima settimana del mese.

Pubblicità
Pubblicità

Euromedia: Lega Nord si riprende, Forza Italia no

L’istituto Euromedia evidenzia una ripresa del partito di Matteo Salvini, che rispetto alla settimana scorsa è cresciuto dello 0,4%, portandosi al 14,5%. Al contrario, si registra un calo della medesima entità per quello di Silvio Berlusconi, che scende all’11,7%. Un incremento lo fanno registrare sia il #Pd che il M5S, con il secondo che deve concedere un minimo al primo. Il partito di Governo sale al 31,4% (+0,3%), mentre il suo principale rivale si porta al 27,2% (+0,2%). Non ci sono neppure cinque punti percentuali a dividerli e presto potremmo assistere ad un aggancio. Analizzando i dati, possiamo notare un lieve incremento di Fratelli d’Italia (+0,1%), che ad oggi è attestato al 4,5%, mentre tutti gli altri perdono qualcosa.

Pubblicità

Ncd-Udc lo 0,3% (2%) e Sel lo 0,3% (3%). Infine, abbiamo gli altri di sinistra al 2,9% in calo dello 0,1%. Il centrosinistra si porta al 37,3% e mantiene un piccolo margine sul centrodestra (+4,6%), che si attesta al 32,7%.

Piepoli: M5S recupera terreno al PD

L’istituto Piepoli mostra dati differenti nell’ultimo sondaggio politico effettuato. Il trend vede il Movimento 5 Stelle guadagnare sul Partito Democratico. I grillini sono al 27,5% e crescono dello 0,5% rispetto a sette giorni fa. Al contrario, il partito del Premier cala dello 0,5% e si porta al 33%. Tutti gli altri rimangono invariati come nell’ultima rilevazione effettuata, ma riassumiamo le loro percentuali. Lega Nord è ferma al 13% e dopo settimane in cui era costantemente in discesa, ora sembra essersi arrestata. Il dato relativo a Forza Italia è lo stesso da inizio mese, ovvero il 9,5%, così come quello di FdI-AN (4%). Non ci sono variazioni neppure per Nuovo Centrodestra, che non si schioda dal 2,5%, mentre Sinistra Ecologia e Libertà si attesta al 3,5%. Gli altri del centrosinistra sono all’1,5%, mentre quelli del centrodestra all’1%; infine, abbiamo gli altri ancora al 4,5%. Il Csx si conferma primo con il 38% e tiene a debita distanza il Cdx (+8%), che si trova al 30%.