Legge di Stabilità e riforma pensioni: probabilmente oggi, 15 ottobre 2015, sarà trovata una soluzione alla flessibilità in uscita. Una nuova forma per tutelare le persone che vorrebbero uscire prima dal mondo del lavoro. Il #Governo Renzi, potrebbe garantire loro, una proposta, non al pari di quella auspicata, ma è pur sempre un modo per cercare di andare incontro a quelle persone che vantano un'età anagrafica e contributiva di tutto rispetto. All'interno di questa Legge di Stabilità targata 2015 è possibile l'opzione di un part time per chi ha compiuto 63 anni: si tratta, probabilmente, della fase sperimentale che era già stata anticipata in questi giorni?

Nuova forma di flessibilità in arrivo? E l'Ires?

Dopo lo slittamento dell'approvazione della flessibilità in uscita, causa numeri poco chiari e fondi mancanti, si era reso doveroso trovare una soluzione a questa mancanza.

Pubblicità
Pubblicità

Il Governo Renzi si è così adoperato per trovare un compromesso: le persone che hanno raggiunto, e superato, i 63 anni d'età, che speravano di uscire dal mondo del lavoro, possono vedere la loro richiesta esaudita, almeno in parte. A quei lavoratori che si possono classificare tra gli over 63, viene data la possibilità di continuare a lavorare, ma solo part time. Questo è il punto di incontro che il Governo penserebbe di trovare per attenuare la Legge Fornero e che costerebbe allo Stato ben 100 milioni di euro. Questo dato non risulta essere un grande onero, se si pensa che l'intero ammontare della riforma è di ben 30 miliardi di euro.

Per quanto riguarda l'Ires, l'imposta sui redditi da società, buone notizie non mancano anche in questo campo da sempre molto discusso: il taglio economico a questa voce potrebbe arrivare già dal 2016.

Pubblicità

Questo sarà possibile solo se l'Unione Europea concedere un importo superiore allo 0.2% per gli interventi sui migranti.

Opzione Donna e no tax area per pensionati

L'Opzione Donna è stato un tema a lungo dibattuto, pare però che ci sia una soluzione in arrivo: è stato istituita una dote di circa 2.5 miliardi di euro, spalmabile in un lasso di tempo di tre anni, per potere consentire un prolungamento di questa legge. L'Opzione Donna è la possibilità offerta dall'#Inps, alle lavoratrici donne, con 57 anni e 3 mesi d'età anagrafica, se dipendenti e a 58 anni e 3 mesi, se autonome, di andare in pensione anticipata. La possibilità include anche il versamento di 35 anni di contributi e un calcolo dell'assegno pensionistico con il solo metodo contributivo.

Nella nuova Legge di Stabilità verrà applicato anche un aumento di esenzione per la no tax area ai pensionati: la no tax area altro non è che la zona esente da Irpef e nasce come punto di controllo per il progressivo aumento dell'imposizione fiscale. La deduzione base è di euro 3 mila ai quali vanno aggiunti 4 mila euro per i pensionati. Non è ancora nota la cifra che si classifica come esenzione per quest'ultimi, ma tutto verrà reso noto tra poche ore. #Pensioni