Quando si analizza l'esito di #Sondaggi politici elettorali elaborati da vari istituti, e si mettono a confronto le intenzioni di voto, capita spesso, di andare incontro a dati divergenti che confondono il lettore. Nel caso specifico, i sondaggi Emg divulgati dal TG La7 del 5 ottobre 2015, e quelli Piepoli pubblicati dal sito Ansa, mostrano un inspiegabile divergenza nella stima dei consensi di #Forza Italia. Una certa differenza si nota anche per la previsione elettorale sulla #Lega Nord, mentre su PD e M5S pare esserci una maggiore conformità. Cambiano però le tendenze, infatti nell'ultima settimana, Emg rileva la crescita del Partito Democratico e il calo contemporaneo del Movimento 5 Stelle, al contrario Piepoli, indica stabile la prima forza politica italiana, e in ascesa la seconda, che ad oggi, è l'unica a poter andare al ballottaggio con il PD.

Pubblicità
Pubblicità

Emg e Piepoli, sondaggi elettorali pollitici a confronto (5-6 ottobre 2015)

Eccoci dunque con le intenzioni di voto: l'istituto Emg stima il PD al 32,7%, in crescita dello 0,3%, con il M5S al 26,2%, in calo dello 0,3%, come se questa settimana, come se ci fosse stato un travaso di consensi. Secondo il sondaggista Piepoli, resta fermo al 33,5% il Partito Democratico, con il Movimento 5 Stelle che invece cresce dello 0,3%, salendo al 26,5%. Quale sia la vera tendenza degli ultimi 7 giorni, è difficile da individuare, se non altro, le percentuali in valore assoluto, sono molto vicine.

Non si può dire altrettanto sui sondaggi elettorali che coinvolgono Lega Nord e soprattutto Forza Italia. Il partito di Salvini vale il 15,0% per Emg, e il 13,5% per Piepoli, entrambi registrano un calo, rispettivamente dello 0,2% e di mezzo punto.

Pubblicità

Ancora più clamorosa la divergenza sul dato del partito di Berlusconi, indicato da Emg al 12,4% (-0,1%), e da Piepoli al 9,5% (stabile), un gap troppo ampio che lascia perplessi.

Quanto valgono le tre forze politiche minori? A stare meglio di tutti, è Fratelli d'Italia-An, stimato al 4,5% da Emg, e al 4,0% da Piepoli, dati stabili nell'ultima settimana, a seguire SEL con il 3,7% (+0,2%) e il 4,0% (invariato). Infine l'alleanza Ncd-Ucd, ovvero Area Popolare, resta sotto la soglia di sbarramento del 3%, calando al 2,4% dal 2,5% secondo Emg, bloccato al 2,5% secondo Piepoli.