Presentiamo i risultati di due sondaggi politici effettuati in questi giorni e aggiornati al 13 novembre: da una parte vedremo quello che è scaturito dalla rilevazione sulle intenzioni di voto di Ipr per Porta a Porta, mentre dall'altra vedremo cosa è emerso dall'ultima indagine sui comportamenti elettorali dei cittadini svolta da Ixè per Agorà, resa nota proprio nelle ultimissime ore. Soprattutto in quest'ultimo caso ci sono enormi spunti di riflessione.

Sondaggi politici Ixè per Agorà, 13 novembre

Rispetto ai sondaggi elettorali sulle intenzioni di voto Ixè per Agorà di una settimana fa, si accorcia ulteriormente la distanza tra i due principali schieramenti: il Partito Democratico guadagna lo 0,2 e si porta al 34%, ma il Movimento 5 Stelle si migliora dello 0,6 e oggi si trova al 28,1%.

Pubblicità
Pubblicità

Anche la Lega Nord guadagna qualcosa, uno 0,2 per la precisione, portandosi al 14,3%. Chi scende è Forza Italia, in calo dello 0,7 e oggi al 9,1%. Minimo calo per Sel rispetto a sette giorni fa, con una percentuale che si attesta al 3,8%. Stabile Fratelli d'Italia al 3%, mentre Area Popolare, ossia Ncd e Udc, perde lo 0,3 e oggi è al 2,5%. Avanza leggermente Rifondazione Comunista, che con una variazione positiva dello 0,4 si attesta all'1,4%. Si migliorano anche i Verdi, allo 0,5%, mentre restano stabili Idv e Scelta Civica, fermi allo 0,4%. Nel corso della trasmissione sono stati rivelati anche i risultati dei sondaggi sulla fiducia nei leader politici, con Mattarella che cala leggermente e si porta al 62% e Renzi stabile al 32. Salgono Di Maio e Salvini, oggi al 25 e 24%. Grillo stabile al 22, mentre Berlusconi subisce un leggero calo e oggi è all'11%.

Pubblicità

Chiude Alfano, fermo al 10%.

Intenzioni di voto Ipr

Uno tra i #Sondaggi politici più attesi è quello di Ipr per Porta a Porta, i cui esiti vengono resi noti con cadenza mensile. In testa troviamo sempre il Pd, anche se con lo 0,1 in meno rispetto a un mese fa, oggi è al 31%. M5S stabile al 28%. Nessuna variazione anche per la Lega Nord, ferma al 14%. A differenza dell'altro sondaggio, qui Forza Italia guadagna l'1 per cento e si porta al 12%. Balzo in avanti per Sel, che guadagna 2 punti percentuali e oggi è al 5%. Calo di un punto per Fratelli d'Italia, al 4%. Area Popolare perde mezzo punto e si attesta al 3%, stessa percentuale che collezionano, in totale, gli altri partiti.

Insomma, un'altra settimana molto positiva per il M5S, almeno stando a quanto dicono i sondaggi politici che, sappiamo bene, possono poi essere smentiti in sede elettorale. Non si può comunque rimanere indifferenti di fronte a questa scalata, anche perché le ultime vicende giudiziarie potrebbero ulteriormente favorire il Movimento e far calare la fiducia nei confronti del Pd. Impressionante è soprattutto il confronto con i dati di un anno fa, quando, nelle rilevazioni Ipr, i Democratici viaggiavano sopra al 40% e i 5 stelle superavano a stento il 17. Vedremo come si evolverà la situazione nei prossimi giorni.