Non sono in calendario i quattro ddl per #amnistia e #indulto questa settimana in commissione Giustizia al Senato, dove però viene affrontata sotto diversi aspetti la questione carceraria e sull'esecuzione della pena per i pareri in sede consultiva su diversi decreti legislativi e provvedimenti del Governo Renzi. La seconda commissione parlamentare di Palazzo Madama, guidata dal senatore Nitto Francesco Palma, sta esaminando questa settimana, il dl sulla depenalizzazione dei reati minori.

Giustizia e carceri, le ultime novità dalla 2^ commissione di Palazzo Madama

Il relatore Nico D'Ascola (Area popolare Ncd-Udc) ha già svolto ieri la relazione illustrativa e l'esame è stato aggiornato alla prossima seduta.

Pubblicità
Pubblicità

E' stata illustrata invece dalla senatrice Nadia Ginetti, del Pd, relatrice dei ddl per indulto e amnistia, la relazione sul "Principio del reciproco riconoscimento delle decisioni sulle misure alternative alla detenzione cautelare". Evidentemente misure finalizzate anche (e forse soprattutto) alla riduzione della popolazione carceraria alla luce delle diverse sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo e delle "prescrizioni" del Consiglio d'Europa che hanno già "costretto" il Governo Renzi ha emanare il decreto svuota carceri che ha concesso il 10% di sconto della pena alle persone che sono state detenute in condizioni "inumane e degradanti" per via del sovraffollamento carcerario.

Indulto e amnistia accantonati, spazio a misure alternative e depenalizzazione

Decreto svuota carceri che ha in parte migliorato la situazione negli istituti penitenziari ma non ha ancora del tutto risolto il problema dell'affollamento dal quale poi ne derivano altri legati alla sicurezza, all'igiene, alla socialità.

Pubblicità

Aperte e rinviate, inoltre, anche le discussioni sui pareri ai provvedimenti sullo schema del decreto legislativo in materia di abrogazione reati, relatrice Rosanna Filippin del Pd. Sull'attuazione della decisione quadro 2008/947/GAI in materia di sospensione condizionale e sanzioni sostitutive, e sull'attuazione della decisione quadro 2009/299/GAI in ordine al reciproco riconoscimento delle decisioni pronunciate in assenza dell'interessato al processo, relatore Giorgio Pagliari del Pd. Così proseguono i lavori i commissione Giustizia al Senato dove in molti attendono il reinserimento in calendario dei ddl per amnistia e indulto auspicati da Papa Francesco per l'anno del Giubileo Straordinario della Misericordia. Anche se gli ultimi fatti sul fronte del #terrorismo Isis non lasciano ben sperare che la questione venga affrontata entro il 2015. Va tuttavia ricordato, a scanso d'equivoci, che i provvedimenti di indulto o amnistia, eventualmente, non potranno mai essere estesi a chi si è macchiato di reati legati al terrorismo, alla mafia e ad altri reati di particolare gravità e allarme sociale.