MILANO – #Matteo Renzi è molto soddisfatto del risultato ottenuto con l’Esposizione Universale di Milano tenuta nel corso del 2015. Il Premier Renzi non è soddisfatto solo dall'elevato grado di sicurezza raggiunta con l’adozione di alcune misure volte a garantire proprio questi risultati, ma è soddisfatto e molto fiducioso per quello che il #Governo si propone di fare nel futuro. In una dichiarazione ufficiale, infatti, ha riferito quanto segue: “150 milioni l'anno per i prossimi 10 anni. Il Governo è pronto a fare un progetto che sia 'the best' e non puntare a 'the most”.

La parola d'ordine è: "non arrendersi" secondo il Presidente del Consiglio

Secondo queste dichiarazioni, quindi, il Governo Renzi non considera “Milano #Expo 2015” come un’obiettivo raggiunto.

Pubblicità
Pubblicità

Piuttosto EXPO 2015 è considerato da Renzi a dalla sua “equipe” di Ministri come un punto di partenza verso tanti altri successi italiani. Qualcuno si chiederà: “In questi tempi cupi, come si può essere così ottimisti verso il futuro? Quale base abbiamo per credere in una vera e propria ripartenza?” A questi dubbiosi, il Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi dice: “L'EXPO 2015 di Milano è stato il simbolo di chi non si rassegna ed è stato un grande successo”. La parola d’ordine, quindi è “non arrendersi”. Per quale motivo possiamo credere nel nostro Paese? Quale base abbiamo per farlo?

"Siamo oggettivamente una super potenza culturale", Parola di Matteo!

Come molti di noi sanno il nostro Paese è rinomato a livello internazionale per il grande livello di cultura che si è avuta nel corso dei secoli.

Pubblicità

Basti pensare ai grandi artisti, poeti, scrittori e musicisti che sono nati o sano passati dalle nostre parti. Questo è il grande potenziale che l'Italia deve sfruttare per ripartire e progredire. Secondo Matteo Renzi, infatti, l'Italia è "oggettivamente una super potenza culturale". Non ci resta che aspettare e vedere come il Governo intenda utilizzare il potenziale del nostro Paese per far sì che si abbia una grande crescita, economica e non.