Durante una delle ultime trasmissioni di Porta a Porta andata in onda su Raiuno, si è parlato di politica e degli ultimi fatti riguardanti uno scenario in continuo movimento, messo in luce dagli ultimi sondaggi elettorali proposti da due delle più rilevanti agenzie sondaggistiche italiane, Ipr e Tecné, in grado di evidenziare come stia pian piano mutando la mappa della politica italiana.

I sondaggi evidenziano come alcuni partiti siano in crisi mentre altri stiano dando segni di risveglio

Secondo l'istituto Ipr il Partito Democratico del Segretario e Primo Ministro italiano #Matteo Renzi è il primo partito con un consenso che si ferma al 31,0%, con una flessione rispetto ai precedenti risultati di circa l'1,0%; la seconda forza invece è il Movimento 5 Stelle che con il 28,0% insidia il primato del Pd in maniera sempre più concreta.

Pubblicità
Pubblicità

Terza forza è la Lega del leader #Matteo Salvini che si attesta al 14,0%, risultato interessante anche perché potrebbe essere associato a quello del partito di Silvio Berlusconi che riprende a crescere ottenendo il 12,0%, infine sempre rimanendo in una sorta di nuova alleanza tra le tre forze di centro destra, Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni si porta al 4,0%.

Il nuovo partito di sinistra denominato SI (Sinistra Italiana), che comprende anche Sel di Vendola inizia il suo lavoro con un ben augurante 5,0%, mentre la coalizione di centro Area Popolare, composta da Ncd e Udc si ferma al 3,0%, rischiando con l'ultima legge elettorale di sparire dallo scenario politico del nostro paese.

Il primo partito è sempre il Pd

Secondo l'agenzia Tecné invece il primo partito è sempre il Pd ma con il 30,5%, registrando una perdita importante del 2,5%, mentre la seconda forza, il Movimento di Grillo e Casaleggio continua a volare e si porta ad un ottimo 28,5%, il terzo gradino spetta invece alla Lega che registra un incoraggiante 15,0%.

Pubblicità

Forza Italia, travagliata da terremoti interni, invece si attesta al 12,5% e Fdi della Meloni cresce leggermente portandosi al 4,5%, con un ipotetico risultato di coalizione insieme alla Lega di Salvini che sarebbe del 32,0%; anche in questo caso Area Popolare registra un risultato del 3,0%, così come gli altri partiti che con la stessa percentuale continuano a segnare il passo  #Beppe Grillo