Lo scandalo di Mafia Capitale e l’incertezza delle decisioni del governo per far fronte alla grave crisi economica stanno sgretolando il #Pd di Renzi, in caduta libera. Infatti, anche se rimane il primo partito italiano, con la legge dell’Italicum ai ballottaggi delle prossime Elezioni Politiche sarebbe sconfitto dal M5S, almeno secondo le rivelazioni statistiche dell’istituto di sondaggi Ipsos realizzati per Ballarò il 24 novembre 2015.

Sondaggio Ipsos: crolla la Lega Nord

I dati hanno confermato l’inversione delle intenzioni di voto degli italiani, con il crollo del Carroccio, il Pd al 32,4%, e il #M5S in crescita al 28,6%.

Pubblicità
Pubblicità

La Lega Nord è in lento ma significativo calo al 13,7%, Forza Italia all’11,6%, Fratelli d’Italia al 4,3%, Sel al 3,9%, e Area Popolare (Ncd-Udc) al 3,3%. Inoltre, il sondaggio Ipsos ha confermato la vittoria ad un eventuale ballottaggio del M5S al 50,5% contro il Pd al 49,5%.

Sondaggio Piepoli: cresce solo il M5S

Dunque, sembra lontano il 40% dei consensi del Pd alle Elezioni Europee, e mentre il governo è coinvolto attivamente nella lotta al terrorismo dopo l’ultimo attentato dell’Isis a Parigi, secondo il sondaggio Piepoli realizzato per l’Ansa sulle intenzioni di voto alla Camera, il Partito di Renzi rimane stabile al 32%. La Sinistra Italiana si attesta al 5%, il M5S al 27,5%, la Lega Nord torna a crescere al 14,5%, Forza Italia crolla al 9,5%, Fratelli d’Italia al 4%, Ncd scende sotto la soglia del 2%.

Pubblicità

Sondaggio Emg: cresce il Cdx

Tuttavia, il sondaggio Emg realizzato per La7, ha mostrato la ripresa del Centro Destra rispetto al lento ma costante crollo del Pd. Secondo i dati dell’Istituto, il Partito Democratico resta stabile al 30,5%, il M5S al 27,6%, la Lega Nord al 15,3%, Forza Italia al 12,1% Fratelli d’Italia al 4,9%, Ncd al 2,9%. Inoltre i dati complessivi vedono la coalizione del CDX al 35,2%, e con questi numeri alle prossime elezioni potrebbe raggiungere la piena maggioranza e distaccarsi nettamente dal Pd.

Se volete rimanere aggiornati sui #Sondaggi politici v’invitiamo a cliccare su “Segui” sotto il titolo dell’articolo.