Si è da poco concluso il summit che ha visto coinvolti i 20 Paesi più influenti del pianeta, ad Antalya, sul territorio turco, dove un po' a sorpresa potenze come Usa, Russia e Gran Bretagna sono riuscite a mettersi d'accordo su un punto: l'Isis è la più grande minaccia dei nostri tempi, il volto del diavolo che va fermato a tutti i costi. Con queste parole #Barack Obama ha fatto il punto della situazione al termine del G20, nel quale si è parlato più che altro di come affrontare la minaccia del #terrorismo e con quali metodi. Il presidente americano è stato a colloquio, per almeno mezzora, con quello russo Putin, il quale si è detto molto soddisfatto del fatto che Paesi così diversi fra di loro possano collaborare per un obiettivo comune che minaccia la natura stessa dell'uomo.

Pubblicità
Pubblicità

Il Capo di Stato russo ha poi stretto la mano al premier inglese Cameron, un gesto che ci si augura possa mettere la parola fine alle incomprensioni che ci sono state fino ad oggi fra Russia e Gran Bretagna. L'obiettivo, ha detto il britannico, è quello di lottare contro chi finanzia i terroristi e di bloccare loro tutta la propaganda sul web in modo che non ci siano nuovi foreign fighters ad arruolarsi nelle file dello Stato Islamico.

Le conclusioni di Matteo Renzi dopo il G20 in Turchia

Anche il nostro Primo Ministro era presente al summit di Antalya nel quale i 20 governi più influenti del mondo hanno affrontato il problema del terrorismo. #Matteo Renzi si è detto soddisfatto dei colloqui con Putin, Obama e Merkel, annunciando che l'Italia è pronta ad affrontare la più grande minaccia dei nostri tempi, ma che serviranno anni per estirpare definitivamente il male da Siria e Iraq.

Pubblicità

Il premier ha aggiunto che non sarà fatto alcuno sconto a chi non rispetta le leggi in Italia, ricordando che nell'ultimo anno l'Italia ha espulso almeno 55 persone sospettate di essere estremisti. Per il momento, infine, l'Italia non interverrà militarmente nei territori occupati dal Califfato, controllando più efficacemente il flusso di migranti che ha coinvolto il nostro Paese negli ultimi mesi.