Le elezioni comunali di Roma potrebbero rappresentare un banco di prova per le forze politiche anche a livello nazionale: nella capitale, infatti, il #Pd sembra perdere sempre di più la presa sull'elettorato mentre a giocarsi la poltrona di sindaco sembrano esserci soltanto Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia e Alessandro di Battista del #M5S - i risultati degli ultimi sondaggi politici elettorali a Roma indicano come la sfida stia divenendo a due. Per quanto riguarda le intenzioni di voto a livello nazionale, i sondaggi elettorali dell'istituto Ixè indicano come a crescere siano soprattutto le opposizioni, dal M5S a Forza Italia passando per Sinistra Italiana, mentre il PD perde quasi un punto percentuale in una sola settimana e la Lega Nord cala di qualche decimale.

Pubblicità
Pubblicità

Insomma, la situazione politica italiana sembra giungere ad un punto di non ritorno: il M5S cerca di divenire primo partito e, in caso di ballottaggio, vincerebbe con entrambi i contendenti, il centrosinistra e il centrodestra.

Di Battista-Meloni: i sondaggi elettorali politici di Roma

Se l'obiettivo del M5S è divenire il primo partito in Italia, a Roma lo è già diventato e il vantaggio su PD è enorme: secondo gli ultimi #Sondaggi politici elettorali Datamedia per le comunali di Roma, il PD sarebbe fermo al 21,1% mentre il M5S sarebbe addirittura al 32,8%; il terzo partito, staccatissimo, è Forza Italia con il 9%, poco al di sotto si trova Fratelli d'Italia all'8,9% mentre la lista 'Noi con Salvini' non sembra convincere l'elettorato romano e si ferma al 5,9%. Per quanto riguarda i candidati sindaco, la sfida sembra essere tra la Meloni di Fratelli d'Italia e Di Battista del M5S: la leader di FdI sarebbe al 26,8%, mentre, piuttosto staccato, il candidato Cinque Stelle sarebbe al 21,5%.

Pubblicità

Al terzo posto, ma sembra essere fuori dai giochi almeno per il momento, Alfio Marchini con il 13%. Il sindaco uscente, Ignazio Marino, pur serrando i ranghi di coloro che lo appoggiano, al momento si fermerebbe al 10,5%. Per molti commentatori sembra chiaro che l'unico argine alla Meloni, vicina ad Alemanno che non ha lasciato certo un buon ricordo nella capitale, è Alessandro Di Battista: la sinistra, per il momento, sembra essere del tutto scomparsa ed è probabile che si riversi nel M5S.

Ancora giù il PD e su il M5S: ultimi sondaggi politici elettorali Ixè

Nella giornata di oggi sono arrivati anche i dati degli ultimi sondaggi politici elettorali dell'istituto Ixè. Anche se è trascorsa una sola settimana dalle ultime rilevazioni, i cambiamenti sono stati abbastanza forti e radicali, segno di un elettorato italiano piuttosto fluido e, comunque, indeciso: il PD perde uno 0,7% e passa dal 34% netto al 33,3%; il M5S guadagna uno 0,3% passando dal 26,6% al 26,9%; la Lega Nord perde uno 0,2% e passa dal 14,7% al 14,5%; Forza Italia fa segnalare una buona impennata passando dal 10,3% al 10,8% e erodendo sicuramente qualche decimale al partito di Salvini; Sinistra Italiana, la nuova formazione, cresce in maniera decisa e passa dal 4,5% al 5%; in crescita, infine, il risultato di Fratelli d'Italia, probabilmente sotto la spinta delle comunali di Roma, che passa dal 3,3% al 3,6%.

Pubblicità

Per aggiornamenti sulle intenzioni di voto e i sondaggi elettorali politici, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.