concorsi pubblici attivi in questo inizio del 2016 sono numerosi. Dopo aver visto le opportunità lavorative che offre il Ministero dei Beni Culturali, siamo qui a parlarvi del bando concorsuale indetto dalla Polizia di Stato. Il Ministero dell'Interno ha attivato un concorso per il conferimento di 320 posti di allievo vice ispettore nel corpo delle forze armate statali. Il decreto ministeriale è stato pubblicato all'interno della Gazzetta Ufficiale e prevede che le domande di partecipazione siano presentate entro e non oltre le ore 23.59 del 21 gennaio. L'invio del modulo deve essere effettuato portando a termine la compilazione della procedura online sul sito Poliziadistato.it oppure Concorsips.interno.it.

Pubblicità
Pubblicità

Conclusa l'acquisizione informatica per la partecipazione al concorso, il candidato è tenuto a stampare la ricevuta che va mostrata ai varchi d'ingresso il giorno della prova preliminare.

Bando di concorso della Polizia di Stato: requisiti per l'invio della domanda

Per aspirare ad uno dei 320 posti messi a disposizione dal corpo dell'arma bisogna rispettare alcuni requisiti. L'ammissione al concorso di Polizia è aperta a coloro che sono in possesso della cittadinanza italiana, in pieno godimento dei propri diritti politici; inoltre, il limite anagrafico è fissato a 32 anni d'età. Si legge sul bando del dipartimento della Pubblica Sicurezza che il candidato deve possedere un titolo di studio (diploma di scuola superiore). Infine, è essenziale essere di sana e robusta costituzione fisica, ed avere un'idoneità all'attività sportiva ed i giusti requisiti psichici.

Pubblicità

Prove da sostenere dopo l'accettazione della domanda

Nel caso in cui vengano fatte recapitare più di 5.000 domande, dovrà essere effettuata una prova preselettiva, la quale andrà a scremare il numero degli aspiranti allievo vice ispettore. Il test si articolerà in quesiti a risposta multipla, con le possibili domande su diverse discipline che saranno pubblicate online il 2 febbraio, per un totale di 1.000 quiz per ciascuna disciplina. Il 26 febbraio, invece, verranno resi noti luogo e data di svolgimento. Al termine della preselezione sarà redatta la graduatoria in base ai punteggi ottenuti. I primi 3.200 candidati potranno accedere alla prova scritta di cui sarà pubblicata la sede, con il giorno dello svolgimento, il 22 marzo. Coloro che supereranno quest'altro ostacolo saranno sottoposti a test fisici con corsa (1.000 metri), salto in alto e sollevamento alla sbarra. Successivamente verranno effettuati esami clinici e colloquio orale. Si concluderà l'iter con la pubblicazione della graduatoria di merito. Prima di lasciarvi, vi ricordiamo che fra gli altri concorsi, sarà presto attivo quello relativo ai docenti scolastici. #Lavoro giovani #Offerte di lavoro